Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Ottobre - ore 22.51

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pulizie, il Comune chiederà un confronto con Consip per la nuova gara

In commissione l'assessore Piaggi:"Dobbiamo procedere con la massima cautela per dare tutte le sicurezze alle lavoratrici".

novità
Pulizie, il Comune chiederà un confronto con Consip per la nuova gara

La Spezia - Si può fare tutto ma non si può fare niente o quasi anche se la scelta migliore potrebbe essere lo scioglimento "naturale" dell'ultima proroga. Qualcosa potrebbe muoversi con nuovi chiarimenti aprendo un dialogo con Consip, le altre strade che prevedono la sostituzione all'azienda oppure la rescissione del contratto di appalto metterebbe solo a rischio le lavoratrici. E' questo l'ultimo aggiornamento sulla vicenda, discussa oggi in commissione consiliare, delle lavoratrici che si occupano delle pulizie del Comune vittime di una situazione in cui non ricevono lo stipendio puntualmente e hanno ricevuto la tredicesima oltre metà gennaio. I monitoraggi da parte degli uffici tecnici e dall'amministrazione comunque continueranno ( per leggere le fasi precedenti clicca
qui e qui). Sempre l'amministrazione ha preso nuovi impegni per attivare un dialogo con Consip per l'ok per una nuova gara d'appalto mentre l'azienda che ha preso l'appalto rimarrà una sorvegliata speciale perché anche se ha pagato le tredicesime per gli stipendi è stata fatta una richiesta di essere versati il 25 gennaio. A ricordare questi ritardi anche Luca Comiti e le rappresentati delle lavoratrici.
Un nuovo ritardo, il pagamento da contratto era previsto entro il 20 dopo una trattativa con i legali i sindacati e la prefettura, per il quale partirà un nuovo sollecito da parte del Comune che comunque si avvalerà di tutti gli strumenti possibile per tutelare le lavoratrici.
Anche in questa seduta capo dell'azienda che si occupa delle pulizie di Palazzo civico non c'era e la sua mancanza ha creato non pochi malumori tra i consiglieri. Un'altra assenza, per questioni influenzali, era quella dell'assessore Genziana Giacomelli che ha delegato l'assessore Piaggi affinché la seduta non saltasse.
A fare un aggiornamento tecnico sull'intera questione sono stati il legale Carabba e il tecnico Cappagli che hanno illustrato tutte le strade percorribili ma, c'è sempre un ma, nella sostituzione ai pagamenti tra appaltatore e appaltante proprio per la natura del Comune e la rescissione del contratto senza una nuova gara conclusa a rimetterci sarebbero solo le lavoratrici.
Questo perché nel primo caso l'ente Comune è sottoposto a vincoli precisi per l'erogazione di denaro e pagamenti quindi potrebbero maturare nuovi ritardi (quindi con il rischio che chi è dalla parte della ragione passi a quella del torto) e nel secondo senza una gara messa in atto e un nuovo appalto pronto verrebbe a crearsi un vuoto con il rischio che le lavoratrici rimangano senza un lavoro. La gara è pronta ma servono nuove garanzie da Consip per capire quando potrà essere espletata.

I consiglieri, di tutti i fronti politici, si sono trovati concordi con una certa celerità sugli interventi incisivi e immediati. Però sembra proprio che qualunque azione, non ponderata in tutti i suoi aspetti, possa comunque mettere a rischio le lavoratrici.
Ed dopo circa un'ora di discussione, nel corso della quale è stato proposto dal consigliere Forcieri un deposito cauzionale chiedendo anche una risposta politica dall'amministrazione, è l'assessore Piaggi a mettere nero su bianco quali saranno i nuovi impegni.
"Renderò conto di questo incontro all'assessore competente Giacomelli - ha detto - e mi farò carico di favorire un incontro con Consip, con la quale ho potuto riscontrare una certa rapidità con le risposte, per capire quando si potrà aprire una nuova gara. La deroga dell'attuale appalto scadrà il 30 aprile. Non possiamo rischiare che ci rimettano le lavoratrici".

Il fatto di non avere una soluzione, al termine della riunione, ha creato qualche sbuffo ma è proprio sul finale che tra i consiglieri, in particolare da Cenerini, che si è creata un po' di maretta. Per il consigliere Cenerini un'eventuale proroga per arrivare all'appalto non è soddisfacente. Riportato alla calma dall'assessore Piaggi la seduta si è chiusa, non prima che Forcieri uscisse prima dall'aula facendo innervosire il commissario Frijia perché non ha atteso la risposta a una sua domanda, con l'impegno di riaggiornarsi su quanto emergerà dagli sviluppi con Consip.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News