Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Luglio - ore 11.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Porto, Bucchioni 'richiama' il sindaco: "Posizioni pericolose"

L'ex numero uno dell'Autorità portuale, oggi presidente degli Agenti marittimi, scrive al primo cittadino Pierluigi Peracchini.

"Sconcerto"
Porto, Bucchioni 'richiama' il sindaco: "Posizioni pericolose"

La Spezia - Le parole perentorie dedicate in questi giorni dal sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e Lsct stanno inevitabilmente creando un certo dibattito, nel quale oggi si inserisce la lettera aperta al primo cittadino di Giorgio Bucchioni, presidente dell'Associazione agenti marittimi della Spezia, nonché ex numero uno della Confindustria spezzina e dell'Autorità portuale. "Egregio Sig. Sindaco, caro Pierluigi - scrive Bucchioni -, credo di doverTi esprimere il mio sconcerto per l’evolversi di un conflitto da Te innescato con il maggior operatore del porto spezzino che ci riporta a tempi che speravamo archiviati. Mi risulta incomprensibile collegare la Tua soddisfazione, quando dichiari di aver migliorato la città, con la messa in discussione del futuro della principale attività privata del territorio. Il Tuo passato e le esperienze che hai maturato avrebbero dovuto darti la consapevolezza di come sia difficile fare impresa in questo nostro Paese e che sempre più il politico o il pubblico amministratore dovrebbe svolgere il ruolo di 'facilitatore' proprio nell’interesse pubblico. Può darsi che Lsct sia in ritardo rispetto agli impegni di investimento ma dovresti chiederTi e chiedergliene la ragione". Impegni che, com'è noto, riguardano l'ampliamento del Molo Garibaldi, cosa che consentirebbe la liberazione di Calata Paita e quindi lo sprigionamento di quell'effetto domino destinato a donare alla Spezia la nuova stazione crocieristica.

"Sono ormai cinquant’anni - continua Bucchioni - che il gruppo Conthip è protagonista e traino dello sviluppo del porto e dell’economia della città con risultati importanti per l’occupazione diretta, indiretta ed indotta. Se ti fermi a riflettere vedrai che Lsct, negli anni, è in credito per la mancata esecuzione da parte del pubblico sia per la realizzazione del Piano Regolatore Portuale che per i dragaggi dei fondali: entrambi riferibili a responsabilità e ritardi pubblici. Ritengo quindi ingenerosa oltreché pericolosa la Tua posizione che può collocare la vicenda in un elenco di disaffezione degli investitori internazionali (Ilva, Termini Imerese, Whirlpool, Pernigotti, Alcoa e via elencando). Prescindo dal richiamare la situazione competitiva della portualità dell’alto Tirreno in cui i nostri concorrenti godono di un sostegno ben diverso da quello che ha il nostro porto a tutti i livelli. Concludo con un concetto espresso recentemente dal Cardinale Bagnasco per Genova ma che vale anche per noi: la concordia è il requisito fondamentale per il successo di ogni comunità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News