Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Agosto - ore 16.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Nucleare all'Enel: "Se riusciamo mi ubriaco, ma siamo i più piccoli in gara"

L'assessore Rixi incontra operatori e associazioni di categoria in Camera di commercio: "Come Regione non possiamo mettere più di 30 milioni".

NESSUN RISCHIO
Nucleare all'Enel: "Se riusciamo mi ubriaco, ma siamo i più piccoli in gara"

La Spezia - "Se dovessimo vincere il bando Enea mi ubriaco, è una scommessa che va fatta". L'assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi, oggi a Spezia in Camera di commercio per illustrare le misure attuate negli ultimi tre anni di governo regionale (clicca qui per il report completo), ha bollato con questa battuta la ghiotta occasione del possibile insediamento Enea - cioè un centro di ricerca sul nucleare pulito - nell'area industriale ora occupata da Enel. "Un moltiplicatore di energia - ha sottolineato l'assessore leghista di fronte a operatori e associazioni di categoria -, una roba che dura cent'anni. E non comporterebbe alcun rischio, convoglierebbe ricchezza sul territorio e si inserirebbe in un progetto europeo da 22 miliardi che tecnologicamente è al 70 per cento italiano e in buona parte ligure: si pensi per esempio ai superconduttori di Malacalza".

Certo, non sarà facile spuntarla. Rixi lo sa bene e ha esortato la platea a non farsi facili illusioni. "Noi come Liguria - così l'assessore - proponiamo due aree per accogliere il progetto: le aree ex Ferrania in Val Bormida e, appunto, l'area che sarà lasciata libera da Enel. Il punto è che prevista una contribuzione regionale di almeno 25 milioni di euro, ed è una somma alla quale possiamo arrivare con sacrifici e qualche indebitamento. Ma oltre i 25-30 non possiamo andare, mentre altre regioni in corsa come Emilia e Piemonte possono mettere molto di più. Siamo la regione più piccola che partecipa. Ma dobbiamo tener conto del fatto che noi facciamo il 2.7 per cento del Pil nazionale e ce la vediamo con regioni che fanno il 20 o il 30 per cento. Bisogna vedere quanto peserà tutto questo nella graduatoria finale".

C'è il lato positivo del vivo interessamento di Enel "che ha fatto un consiglio di amministrazione dedicato proprio a questa possibilità - ha concluso Rixi -. Enel considera Enea un partner strategico. E da parte dell'azienda c'è la disponibilità a mettere a sul piatto gli spazi già da ottobre, quando, qualora la spuntassimo, partirebbe il progetto. Non parliamo dell'intera area, ma di una piccola porzione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News