Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Mitilicoltori preoccupati: "Acque del Golfo sopra i 25° e le carboniere scaricano al molo Enel"

L'allarme di Pinza: "La moria del 2003 che provocò danni incalcolabili ai nostri allevamenti e dovuta appunto alle eccessive temperature delle acque, è già stata dimenticata?"

Mitilicoltori preoccupati: `Acque del Golfo sopra i 25° e le carboniere scaricano al molo Enel`

La Spezia - Preoccupazione è dire poco. Colpa di un clima che del Mediterraneo di vent'anni fa ha più poco e sembra trasformarsi anno dopo anno in qualcosa di profondamente diverso. Ad avere paura non solo i comparti classici di allevamento ed agricoltura, con il grido d'allarme recente da parte dei viticoltori della provincia. Anche gli operatori del mare sono colpiti da una stagione calda senza tregua e soprattutto senza precipitazioni: "Non piove in maniera consistente ormai da mesi - spiega Federico Pinza, presidente della Cooperativa Mitilicoltori Associati -, le temperature delle acque interne, anche in profondità, raggiungono e talvolta superano addirittura i 25 gradi: tale pessima situazione è resa ancora più delicata dal fenomeno di stratificazione delle acque interne che porta anossia e conseguentemente carenza di nutrimenti per le nostre, ma un po' anche "vostre", colture".

Fonte di ulteriore preoccupazione in questi giorni è il veder scaricare navi carboniere al molo Enel, carburante di una centrale che solo in futuro, forse, sarà dismessa: "Enel ha la facoltà di scaricare in mare l’acqua utilizzata per il raffreddamento dei gruppi a temperature inferiori ai 35° e da rilevazioni effettuate non è mai stata superata tale soglia, ma potete immaginarvi quello che potrà accadere se riattivata a pieno regime di produzione sarà concausa di un ulteriore aumento delle acque interne. La moria del 2003 che provocò danni incalcolabili ai nostri allevamenti e dovuta appunto alle eccessive temperature delle acque, è già stata dimenticata?! Purtroppo per noi i danni si stanno tutt'oggi ripercuotendo e l'aggravarsi della situazione non lascia ben sperare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure