Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Aprile - ore 21.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Merci più vicine al Veneto, la Spezia abbraccia Padova

Un anno e mezzo di sperimentazione del 'fast corridor' con l'Interporto ha dato esito positivo, da oggi lo sdoganamento si farà direttamente nella città del Santo. Un container risparmierà in media 36 ore di viaggio.

la burocrazia prende il treno
Merci più vicine al Veneto, la Spezia abbraccia Padova

La Spezia - La Spezia si candida a diventare il porto merci del Nord Est. La locomotiva d'Italia punta lo scalo spezzino, in attesa della Pontremolese che unirebbe a Verona, con un collegamento privilegiato all'Interporto di Padova. Un fast corridor ferroviario doganale che rappresenta il primo del genere in tutto il Triveneto. Già attivo da maggio 2017, ha definitivamente superato la fase sperimentale ed é oggi pienamente operativo. Parte dei container in arrivo al Canaletto verrano sdoganati direttamente nella città del Santo invece che in porto, un taglio alla burocrazia che permetterà di risparmiare circa 36 ore nella movimentazione delle merci. Qualcosa che fornisce un vantaggio nella competizione tra l'Italia e i porti del Nord Europa per arrivare al cuore del continente nel minor tempo possibile e accaparrarsi sempre più quote di mercato (qui per approfondire).

"In pratica è come se l'Interporto di Padova fosse una banchina in più del porto della Spezia", recita una nota della realtà padovana che è partecipata anche dal pubblico (Porvincia, Comune e Camera di Commercio). Non a caso alla presentazione avvenuta ieri erano presenti il sindaco Sergio Giordani, il consigliere provinciale Vincenzo Gottardo e il direttore di Padova Promex Franca Conzato per la Cciaa. "Desidero sottolineare come questo 'corridoio veloce' sia il coronamento tecnologico che si abbina perfettamente alle migliori relazioni intermodali con uno dei più importanti porti del nostro Paese - le parole di Sergio Gelain, presidente di Interporto Padova spa - Non é un caso che proprio l'operatore, ovvero Contship, che ha nel suo dna la vocazione al traffico ferroviario, abbia contribuito con noi allo sviluppo anche commerciale di questa nuova attività".

Per Contship Italia presente il generale manager Stefano Morelli: "Il servizio si basa sul tracciamento elettronico delle merci ed è quindi facilissimo da usare per gli spedizionieri, basta indicare con quattro giorni di anticipo i contenitori interessati al servizio. In questo modo saranno attivate tutte le procedure informatiche che permettono, da un lato di monitorate i container nel loro viaggio ferroviario, dall'altro di trasferire alla dogana competente per destinazione le pratiche relative". "É del tutto evdente che in questo modo i container escono più velocemente dal porto con benefici per il porto stesso per i desinatari finali", l'osservazione del direttore generale di Interporto Padova Roberto Tosetto. La stima è che dalla Spezia e Padova viaggeranno circa 10mila container nei prossimi tre anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News