Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre - ore 23.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Mascherine e distanze ok, ma in Piazza Cavour servono più guanti

Primo giorno di ordinanza che impone la mascherina nella piazza del mercato. Operatori e clienti erano già preparati ma emerge un altro problema: i guanti, per tutti, cominciano a scarseggiare.

La Spezia - Mascherine e distanza. Per i guanti si va con il contagocce. Strisce e cassette per delimitare la parte più aperta del mercato e segni per ricordare quanto spazio deve esserci da banco e cliente. E poi tanti piccoli pacchetti contenenti cinque mascherine bianche consegnate ad ogni banco. L'immagine arriva dalla prima mattinata di mascherine obbligatorie in Piazza Cavour dove lo storico mercato si è reinventato per affrontare e resistere a ciò che il Covid-19 ha messo a rischio.
Questa mattina le mascherine le indossavano tutti i clienti e i titolari dei banchi, anche se a dire la verità i Dpi non sono mai mancati fin dall'inizio dell'emergenza. Se nelle ultime settimane i rifornimenti sono arrivati tramite le istituzioni, in principio sono stati proprio i commercianti a fare il possibile e per garantire sicurezza a quei pochi cittadini che potevano recarsi al mercato e fare la spesa. Per il resto ci hanno pensato loro: con le consegne a domicilio.
Sempre questa mattina a monitorare che tutto andasse come doveva andare anche la Polizia municipale che come prima giornata ha controllato la presenza delle mascherine e che fossero sempre indossate. In questa fase è stato anche intimato ai commercianti non levarla mai. Il primo giorno è stato quello degli "ammonimenti", quindi, zero verbali e semplici spiegazioni e un aiuto ai commercianti che lo chiedevano. L'unica multa della mattinata, in verità, è stata a carico di una signora il cui cagnolino, lasciato incustodito per un pochi attimi, ha fatto i propri bisogni proprio in mezzo alla piazza e davanti a un'auto della Municipale. A vegliare sulla piazza anche i membri dell'Associazione dei carabinieri. A monitorare la situazione anche l'assessore Gianmarco Medusei.

Se per la piazza del mercato la prima giornata di mascherina obbligatoria è stata, tutto sommato, uguale a tante altre è per domani che l'attenzione sarà alle stelle: storicamente il sabato richiama chi non può usufruire del mercato nel resto della settimana. Ad approfondire sulla novità e tutto il resto sono proprio gli operatori della piazza.
“Abbiamo sempre avuto le mascherine ed è giusto che sia obbligatorio indossarle – a parlare è Cosetta Fontana della parte ortofrutticola – Questa mattina la Municipale è passata diverse volte, in questa fase ci invitano a non levare mai la mascherina. I nostri clienti non hanno commentato, il vero banco di prova sarà domani (sabato, Ndr) perché arrivano tante persone il sabato è normale che sia così”.

Oltre alla vicenda delle mascherine il pensiero va a un momento buono del mercato con tante persone che hanno riscoperto questa realtà, sia per la disponibilità degli operatori che per la sua natura: permette di stare all'aperto senza ammassarsi soprattutto con le nuove regole in corso.
“Proprio questa mattina – spiega Gabriele Briganti ci hanno portato le mascherine distribuite dal Comune. C'è molta severità sulle mascherine ed è giusto come del resto mantenere le distanze. Il problema in questo momento è che i guanti cominciano a scarseggiare, anzi in molti li stanno finendo oppure li hanno finiti. Sono tanti i clienti che li cercano, pensare che un nostro collega della piazza che vendeva merci varie è bloccato per i codici Ateco: lui essendo in un mercato come questo non può vendere. E' fermo da due mesi e poteva garantire anche quel servizio”.
Mascherine sì ma guanti pochissimi, dunque. Bryan Herdocia spiega: “Ci era un po' dispiaciuto venire a sapere dell'ordinanza delle mascherine così da nulla, senza essere stati avvertiti. Ma ci siamo confrontati già con l'amministrazione. Il problema dei guanti per i clienti adesso è reale, come operatori ce ne siamo dotati per tempo ma anche volendo non sono prodotti infiniti. Alla luce di tante difficoltà, comunque, non posso che fare un elogio a tutti i miei colleghi. C'è stata una grande prova di maturità da parte del mercato. Tutti ci siamo impegnati a tenere al sicuro i nostri clienti”.
Rosy Brancaleone, del Civ Mac, aggiunge: “ Il problema dei guanti rischia di diventare cronico, cerco di disinfettarli costantemente e servo io i clienti, per evitare ulteriori contatti, per la sicurezza di tutti”.
Stefania Gemma e il marito Alberto hanno un banco gastronomico: “Non possiamo che essere d'accordo sulle mascherine anche per i clienti e speriamo di riuscire a ritrovare i guanti, ne usiamo tantissimi è facile che si rompano. Per il resto si può dire che tanti giovani hanno riscoperto il mercato e che quest'anno dovremo fare a meno dei turisti. Però guardiamo avanti, nella speranza della normalità”.
Monica di “Monica fiori”, dal suo banco dei fiori racconta: “Prima dell'ordinanza erano davvero pochissime le persone che giravano senza mascherine, per i guanti la situazione è un po' diversa. Il ritorno al mercato? Si, c'è perché garantisce spazi ampi e soprattutto è all'aperto. E' la fretta di alcuni a stonare di più in questo contesto”.
Dal mercato del pesce la signora Valeria Cristina, commerciante da 45 anni racconta: “La nostra attenzione non è mai mancata. Abbiamo sempre avuto i nostri grembiuli, i cappelli e quando è arrivato il Covid abbiamo aumentato i presidi si sicurezza. Ed è giusto”.
Questo è quello che è accaduto nel quadrilatero di Piazza Cavour, monitorata da Municipale, Protezione civile e associazioni che hanno distribuito anche le mascherine e fermato chi non le aveva e voleva transitare per la piazza. Le persone senza mascherina allontanate sono state davvero poche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News