Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13 Novembre - ore 23.10

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Largo Fiorillo, crocieristi accolti dai furbetti delle escursioni

Fuori dal terminal, appena oltre il confine dell'area di competenza di Adsp e Capitaneria di porto, ci sono operatori che propongono gite a Pisa, Porto Venere o Cinque Terre. Il tutto a scapito di chi paga per avere un desk.

Msc si è rivolta al sindaco

La Spezia - Scendono dalla nave e salgono sul pullman che li scarica al terminal, zona di filtro tra l'area portuale e quella cittadina. All'interno della struttura di Largo Fiorillo i crocieristi possono scegliere se effettuare escursioni o acquistare servizi con i quali trascorrere la giornata a terra. Qualcuno compra, altri no ed escono alla volta della città che hanno visto dal mare, con il suo castello, le palme, le navi militari... Eppure pochi metri dopo vengono nuovamente incalzati da altre offerte di escursioni e tour. Una situazione di ridondanza poco chiara.
"Noi abbiamo messo a bando i dieci box all'interno del terminal seguendo il criterio dell'assegnazione di almeno sette desk ad agenzie private previsto dalla gara vinta da Costa per la gestione dell'accoglienza. L'anno scorso le postazioni - spiega Giacomo Erario, responsabile del servizio per conto della compagnia - erano state affidate in continuità rispetto all'anno precedente, mentre quest'anno, anche per dare spazio a chi era rimasto tagliato fuori in precedenza, è stato scelto di permettere ad altre realtà di affacciarsi. E infatti abbiamo ricevuto richieste anche da start up locali come "Dotevè" che propone ai crocieristi il noleggio di Vespe elettriche per girare la provincia. Abbiamo svolto l'indagine suddividendo le aziende in settori: trasporto marittimo, trasporto ecosostenibile, mezzi turistici e pullman e nel caso di più partecipanti all'interno di una categoria abbiamo optato non per chi garantiva un maggior ritorno economico ma per chi valorizzava maggiormente il territorio provinciale e comunale".

E poi, come spesso accade, c'è chi ha scelto la scorciatoia. I tour operator che intercettano i turisti al semaforo di Viale Italia o poco lontano, alla radice di Molo Italia, non hanno partecipato al bando, preferendo attendere i potenziali clienti fuori dal terminal, senza pagare alcuna royalty o canone di occupazione del suolo pubblico. Definirli abusivi è forse esagerato, ma di certo la loro concorrenza ha poco di leale nei confronti di chi ha ottenuto una autorizzazione dietro l'esborso di cifre a tre o quattro zeri.
Sono borderline, nel vero senso della parola, visto che si collocano appena oltre al confine delle aree demaniali di competenza dell'Autorità di sistema portuale e dunque non possono essere allontanati dalla Capitaneria di porto. Spesso hanno la licenza per effettuare volantinaggio, ma in realtà si piazzano in un punto con cartelli che indicano la possibilità di acquistare il biglietto sul posto e per non incorrere in sanzioni salatissime invitano i crocieristi a perfezionare l'acquisto sul pullman che viene parcheggiato poco lontano: destinazione Pisa, Cinque Terre, Porto Venere...
Insomma, sembra proprio che, pur agendo alla luce del sole, siano più abili a muoversi tra le pieghe delle normative che a rispettare i criteri della professionalità e della qualità del servizio.
E a pensare che ci sia qualcosa che non quadra sono in molti, dai titolari dei desk all'interno del terminal alle compagnie di crociera, tanto che Msc ha recentemente scritto al sindaco Pierluigi Peracchini chiedendo di fare qualcosa, visto che queste persone operano sul territorio comunale. E il primo cittadino dovrebbe essere particolarmente interessato dalla questione visto che questi operatori non solo danneggiano chi ha investito sul territorio, ma, a dirla tutta, anche perché portano i turisti fuori dalla città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News