Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Marzo - ore 22.43

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La task force per i progetti comunitari è pronta al decollo

Presentato alla commissione consiliare l'impianto del tavolo di lavoro tra enti promosso dall'amministrazione comunale.

Tavolo interistituzionale
La task force per i progetti comunitari è pronta al decollo

La Spezia - Prende corpo il tavolo interistituzionale per la condivisione della progettazione e delle strategie per il reperimento dei fondi europei. Dell'iniziativa, di cui è capofila il Comune della Spezia, si è parlato nel pomeriggio nel corso di una seduta della V commissione consiliare, presieduta da Giacomo Peserico.
I commissari, nello specifico, si sono riuniti a valle della presentazione di una mozione in consiglio da parte di Paolo Manfredini, Federica Pecunia e Luigi Liguori, ma hanno preso atto del fatto che i lavori in questo senso sono già stati impostati dall'amministrazione comunale attraverso la firma di un protocollo d'intesa promosso dal vicesindaco e assessore alle Politiche comunitarie, Genziana Giacomelli, e sottoscritto da Provincia, Autorità di sistema portuale e Camera di commercio.

"Abbiamo preso l'impegno di fare da elemento di raccordo su questa tematica - ha esordito Giacomelli - e in base all'accordo siglato nelle scorse settimane prenderà vita un tavolo interistituzionale che si riunirà almeno una volta ogni tre mesi per condividere progetti utili al territorio".
"Oggi come non mai - ha aggiunto il segretario generale della Camera di commercio Riviere di Liguria - c'è bisogno di reperire risorse e progettualità. I progetti che mirano al reperimento di fondi comunitari sono complessi, multisettoriali o multisoggetto. Oggi stiamo seguendo 40 progetti, 20 sono in carico alla sola azienda speciale Cersaa di Imperia. Per svolgere questa attività in maniera proficua occorrono capacità e conoscenza dei meccanismi dell'Unione europea, avere una serie di relazioni col territorio e una strategia, per sapere dive vogliamo andare, in definitiva qual è l'obiettivo".
Senese ha quindi lasciato il posto a Daniela Ebano, funzionaria della sezione imperiese della Camera di commercio. "Rappresentare un ente presente in tre quarti della regione è un valore aggiunto importante, anche grazie ai rapporti con le associazioni di categoria. Le economie della Spezia, Savona e Imperia sono simili ma non uguali. Aggiungo che come sistema camerale abbiamo a disposizione molte banche dati, utili per svolgere la progettazione in maniera consapevole e realistica. Abbiamo il rapporto economico della Liguria, che traccia l'andamento socioeconomico per aree territoriali, tramite il trend demografico, la fotografia del mondo dell'istruzione, del mercato del lavoro e del movimento delle imprese. Ci sono poi l'annuario statistico, il sistema informativo Excelsior, specifico per analizzare il mercato del lavoro, e il portale Filo per l'orientamento e il sostegno delle professioni. Tramite questi strumenti lavoriamo per le aziende e per lo sviluppo del sistema economico, dando molta importanza al tema della digitalizzazione e della formazione".
Laura Parducci, che si occupa dell'azienda speciale Blue hub ha spiegato come nella collaborazione con gli altri enti presenti al tavolo sia già stato predisposto un piano delle scadenze che possono essere più importanti per il territorio, a 360 gradi. "Tramite il tavolo interistituzionale vorremmo condividere in particolare due progetti, il Succes, per supporto alle nuove imprese, e il Sistina, che dà strumenti innovativi alle imprese turistiche e che porterà tour operator sul territorio nel prossimo mese di marzo".

Un altro ente attivo da tempo nella progettazione di progetti capaci di reperire fondi europei è l'autorità di sistema portuale. "Dieci anni fa - ha illustrato Federica Montaresi
- abbiamo istituito una struttura specifica per i progetti comunitari. Siamo stati pionieri in questo campo e da allora abbiamo sviluppato diversi progetti declinati in particolar modo sulla portualità, per aumentare l'efficienza logistica e infrastrutturale. Per la prima volta siamo stati coordinatori di un progetto europeo, portando la nostra esperienza sino a Panama. E abbiamo lavorato per snellire lo sdoganamento introducendo il concetto di fast corridor, che oggi è diventata procedura nazionale. Questo per dimostrare che non stiamo parlando di progetti che restano solo sulla carta: c'è concretezza e siamo qua per renderla ancora più tangibile in coordinamento con tutti gli altri enti".
Per la Provincia era presente il consigliere Loris Figoli, sindaco di Riccò del Golfo: "Abbiamo aderito portando il nostro know how e il nostro ruolo di raccordo di più territori, perché i Comuni più strutturati possono muoversi per attingere da fondi comunitari, mentre per quelli più piccoli è importante la presenza della Provincia, oltre a quella degli altri enti qua presenti".

In qualità di primo firmatario della mozione, Manfredini, ha chiesto alcune delucidazioni. "L'idea di integrare queste diverse realtà in un percorso coerente è molto importante. rifacendomi alle parole del segretario Senese: le competenze ci sono, le relazioni anche. Serve però una strategia per indirizzare il lavoro e dare risposte anche a piccoli Comuni. Come si pensa di fare in questo senso? La cabina di regia e l'ascolto del territorio dove troveranno posto? Queste competenze, di progettazione e anche del complesso compito della rendicontazione, possono essere messe a disposizione di piccoli Comuni, imprese, scuole...?".
"Verrà naturale che ogni soggetto porterà al tavolo le sue strategie. Sarà necessario fare una sintesi parlando anche con diversi interlocutori. Essere di supporto ad altri? Sarà possibile con collaborazioni esterne. Stiamo cercando di estendere più possibile il campo", ha risposto Giacomelli.
"Il protocollo riguarderà sia i progetti già in tasca degli enti che la progettazione di nuove iniziative - ha spiegato Chiara Bianchi, che sarà coordinatrice del tavolo interistituzionale per conto del Comune -. E lo faremo collaborando anche con altri soggetti, come il Distretto ligure delle tecnologie marine, per essere supporto anche al tessuto imprenditoriale. Non guardiamo solo all'ambito pubblico".

In conclusione Peserico ha chiesto ai commissari quale iter intendessero seguire per riportare il tema in consiglio comunale. "La mozione - ha replicato Manfredini, trovando l'assenso dei colleghi - era una base di discussione. Le cose nel frattempo sono cambiate: il tavolo non c'era. Credo che il testo sia da riformulare con la collaborazione tra i commissari".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News