Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Novembre - ore 10.03

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La Pessina risponde: "Subito ricorso, risoluzione immotivata"

L'azienda: "Lavori ripresi dopo un solo mese dalla comunicazione della Regione di ripartire dal progetto originario: sono tempistiche organizzative normali per un cantiere così complesso".

braccio di ferro appena iniziato

La Spezia - In relazione alla decisione di Ire di risolvere il contratto di appalto a Pessina Costruzioni per asseriti gravi ritardi e inadempimenti, la società rende noto che ha dato mandato ai legali di presentare al tribunale competente un ricorso per impugnare tale provvedimento al fine di ottenerne la sospensione e/o la revoca. Pessina Costruzioni ricorda infatti che l’appalto "è stato ottenuto dalla società attraverso una regolare gara al termine della quale è risultata vincitrice grazie alla miglior combinazione tra la qualità del progetto presentato e le capacità tecniche di realizzazione". Inusuale e immotivata appare secondo la società milanese, la decisione di risoluzione da parte dell’amministrazione regionale, decisione che appare più politica che tecnica.

"Vale la pena di sottolineare, infatti, che Pessina Costruzioni - si legge nella nota - ha ripreso i lavori per la realizzazione dell’opera dopo soli 30 giorni dalla comunicazione dell’Ente di ripartire sulla base del progetto originario (non essendo stato approvato il progetto in variante): quello dell’ospedale di Felettino è un appalto da 130 milioni, la cui complessità non permette la riattivazione in un lasso di tempo inferiore. Si tratta di tempistiche organizzative e logistiche che chi opera nel settore conosce bene". La società pertanto, ribadendo la ferma volontà di proseguire nella realizzazione dell’opera per diritto acquisito al termine della gara, ricorrerà nelle descritte sedi "per il riconoscimento formale di tale diritto e per far accertare l’illegittimità della decisione dell’amministrazione regionale di risolvere il contratto di appalto e l’infondatezza dei motivi alla base della stessa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News