Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Marina paga 5,7 milioni di bollette arretrate ad Acam Acque

Nei giorni scorsi il pagamento di una gran parte del debito che la forza armata aveva nei confronti dell'azienda. Garavini: "Grazie all'ammiraglio Lazio per l'impegno profuso".

La Marina paga 5,7 milioni di bollette arretrate ad Acam Acque

La Spezia - La Marina militare ha estinto una grossa fetta del debito nei confronti di Acam Acque, effettuando nei giorni scorsi pagamenti per oltre 5,7 milioni di euro. Si tratta della tranche più consistente tra quelle versate dalle varie diramazioni della forza armata, che arriva dopo che anche il dovuto nei confronti dell'azienda di Via Picco aveva parimenti raggiunto il record, superando la cifra monstre di 7 milioni di euro.
Nei meandri degli uffici romani e spezzini del ministero della Difesa, infatti, sino a pochi giorni fa mancavano ancora all'appello i pagamenti delle fatture relative a tutto il 2016 e ai sei mesi dell'anno in corso.

Nello specifico i pagamenti effettuati per la fornitura del servizio idrico integrato ammontano a 5.780.435,95 euro e le fatture ancora da saldare emesse da Acam Acque nei confronti dei numerosi enti titolari dei contatori dell'arsenale e degli altri uffici che fanno capo alla Marina militare parlano di una cifra pari a 2.335.668,05 euro, di cui 1.334.552,72 relative alla fornitura del servizio prestato nel 2017.
"Colgo l’occasione per ringraziare l’ammiraglio Giorgio Lazio, ma anche a chi lo ha preceduto, per la disponibilità e l’impegno profuso alla soluzione del problema manifestato sin dal primo momento del suo recente insediamento alla Spezia. Ero a conoscenza dell'avvio dei pagamenti da circa due mesi - dichiara il direttore generale della holding Acam spa, Gaudenzio Garavini - ma quando si parla di cifre di questa entità sono richieste numerose verifiche da parte di tutti i centri di costo coinvolti".

L'arrivo di un tesoretto così importante è certamente una buona notizia per la multiutility spezzina e in particolare per Acam Acque, anche se non cambia molto dal punto di vista contabile, visto che da tempo il credito nei confronti della Marina militare era stato ceduto a Banca Sistema permettendo così all'azienda di sopravvivere anticipandole gli importi delle fatture. Un meccanismo finanziario che avrebbe potuto essere sospeso nel caso in cui i mancati pagamenti fossero proseguiti ulteriormente senza alcun versamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure