Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Dicembre - ore 22.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Blue economy produce il 12 per cento del Pil provinciale spezzino

Il fatturato delle imprese legate al mare supera il miliardo e 700 milioni annui, mentre il valore aggiunto è pari a 710 milioni di euro. Martedì in Camera di commercio un convegno per scoprire come crescere ancora con l'internazionalizzazione.

La Spezia ai vertici regionali
La Blue economy produce il 12 per cento del Pil provinciale spezzino

La Spezia - L'economia del mare è sempre di più un asset sul quale la provincia spezzina vuole puntare per uscire dalle sabbie mobili di una crisi che sembra non conoscere fine. La nautica e la navalmeccanica sono realtà ormai consolidate, ma l'obiettivo è quello di crescere ancora e trainare tutti i comparti legati alla Blue economy, settore sul quale la città e il territorio intendono investire da tempo. Per farlo la politica e gli enti mirano a creare le condizioni ideali e tra le ultime iniziative c'è il "Blue economy day", il convegno organizzato dalla Camera di commercio Riviere di Liguria, in collaborazione con il Comune della Spezia e Confindustria, per la giornata di martedì 11 dicembre (leggi qui).

Il quadro di riferimento, come dicevamo, è già di per sé piuttosto positivo. La Liguria, come emerge dai dati raccolti dalla Camera di commercio in vista dell'evento, è la regione in cui l’economia del mare spicca per il maggior peso delle aziende sull’intero sistema economico nazionale, con un valore pari al 9,2% del totale delle imprese. A livello provinciale La Spezia si trova ai primi posti per peso delle aziende della Blue economy sul tessuto imprenditoriale locale: solo Rimini fa meglio con il 12,9%, mentre in riva al Golfo il dato è pari al 12,8%.
Posizioni di vertice, quelle spezzine, anche considerando l’incidenza del valore aggiunto e degli occupati del comparto sul totale dell’economia provinciale: l'incidenza del valore aggiunto è di 709,9 milioni di euro, pari al 12%, mentre gli occupati sono 13.400, ovvero il 14,1% del totale provinciale.
I numeri dello Spezzino sono ancora più significativi se si considera il settore della cantieristica nel confronto con le province di Imperia e Savona, che costituiscono il territorio di riferimento della Camera di commercio Riviere di Liguria.
Le imprese della cantieristica spezzine sono 845, più della somma di quelle savonesi e imperiesi, ed è anche grazie a questa specializzazione (oltre alla presenza del porto mercantile) che il fatturato del comparto arriva a superare 1,7 miliardi di euro annui, valore ancora una volta superiore alla sommatoria di quelli degli altri due territori liguri.

"Presentiamo alla Spezia lo studio sulla situazione della Blue economy - ha detto Luciano Pasquale, presidente della Camera di commercio nel corso della presentazione del convegno - perché siamo impegnati a valorizzare i punti di forza delle nostre imprese e a recuperare il gap, fatto in linea generale di poca digitalizzazione e della necessità di una migliore gestione del rapporto tra scuola e lavoro. Nello Spezzino il numero di occupati nella navalmeccanisca e nella cantieristica è uguale alla somma delle altre due province. La Spezia riveste un chiaro ruolo di leadership. Nel proporre questa iniziativa, che puntando all'internazionalizzazione vedrà anche la presenza di esponenti delle Camere di commercio di Egitto, Marocco e Tunisia, abbiamo scoperto progetti analoghi di Confindustria e del Comune. Abbiamo proceduto insieme e così possiamo fare sistema nel modo migliore possibile".
anche il sindaco Pierluigi Peracchini si è detto soddisfatto del percorso condiviso. "Per noi è importante avere coscienza di quello che siamo, per capire dove andare. Dobbiamo creare un sistema, nella nautica, nel refitting e anche nel rapporto con le imprese del settore militare, dove si crea tecnologia che può avere un uso duale. Completa il quadro della Blue economy spezzina la mitilicoltura che stiamo cercando di aiutare dopo i danni subiti a fine ottobre. Dobbiamo accettare la sfida dell'internazionalizzazione: è una caratteristica oggi indispensabile, altrimenti non ci sarebbe economia".
"Nel nostro dna c'è la funzione di supporto delle aziende e - ha detto Cristiano Ghirlanda, vice presidente di Confindustria - siamo ormai consapevoli che l'internazionale non è più una scelta, ma una necessità. Abbiamo cercato di mettere a sistema le capacità di ognuno di noi, dalla penetrazione del sistema camerale, al patrimonio delle aziende associate a Confindustria, che rappresentano la fetta più grande del valore aggiunto".
Il segretario della Camera di commercio, Stefano Senese ha illustrato l'importanza dello studio realizzato insieme a Comune e Confindustria: "Sarà presentata una analisi che fotografa nel dettaglio la situazione attuale come mai fatto prima. È stato un lavoro lungo, nel corso del quale abbiamo somministrato alle imprese un questionario sulle necessità che avvertono e abbiamo avuto un'ottima risposta. Dall'evento di martedì capiremo meglio come sviluppare questa filiera, partendo dalle aree tematiche che abbiamo individuato al termine della nostra indagine".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News