Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre - ore 18.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'arsenale fa scorta: 6mila mascherine e 600 lt di gel

Il bando per una fornitura di dispositivi di protezione individuale è partito direttamente da Vial Amendola. Da oltre un mese la base è semivuota tra lavoro a distanza, ferie pregresse e congedi.

in vista della fase 2

La Spezia - L'arsenale marittimo della Spezia vuole riempire i propri magazzini di dispositivi di protezione individuale contro l'epidemia di Covid-19. Scade domani il periodo utile per partecipare al bando di gara, emesso direttamente dalla base spezzina sulla piattaforma del mercato elettronico, per una fornitura di mascherine, visiere e gel disinfettante. Il criterio è unicamente quello del ribasso di prezzo a partire dai 34.411 euro stabiliti come base per partecipare. Dal momento dell'aggiudicazione c'è tempo, da parte del comando logistico della Marina, fino alla fine del 2020 per piazzare l'ordine per i due lotti in cui è diviso l'appalto.
In particolare arriveranno in riva al Lagora circa 6mila mascherine. Di queste, 500 saranno di tipo FFP3 e 1.300 di tipo FFP2. Sono le più richieste, impiegate anche negli stessi reparti Covid degli ospedali, difficilmente reperibili sul mercato per i privati e in certi casi finite sugli scaffali con prezzi gonfiati tanto da muovere l'intervento della Guardia di Finanza in varie parti d'Italia. Hanno la capacità di filtrare tra il 94% e il 99% delle particelle e offrono protezione contro il virus SARS-Cov-2. L'ordine prevede anche 4mila mascherine chirurgiche, 350 visiere protettive, 700 confezioni di disinfettante generico e 600 litri circa di gel disinfettante per le mani.
La ditta che si sarà aggiudicata l'appalto avrà 15 giorni per fornire il materiale a partire da quando sarà piazzato l'ordine. E' chiaro che i tempi hanno un peso decisivo in un momento in cui si inizia ad intravedere per maggio la riapertura graduale degli impianti industriali. A partire dal mese scorso anche nell'arsenale spezzino la presenza dei dipendenti, soprattutto civili, si è molto diradata tra ferie pregresse, permessi, congedi e turnazioni. Attivato con un ordine di servizio del Comando Marittino Nord il lavoro da casa, per le figure per cui era possibile questa scelta, erano rimasti al loro posto gli addetti alla vigilanza nelle sedi dei comandi, ma anche nelle mense (ormai semivuote) e all'interno del Museo Tecnico Navale. A loro era arrivata una prima consegna di mascherine chirurgiche, oltre alle raccomandazioni di seguire le norme per il distanziamento sociale sui luoghi di lavoro. Ora una fornitura che dovrà supportare la sicurezza durante la cosiddetta Fase 2.

STABILI I PAZIENTI IN RIANIMAZIONE, 5 RICOVERI IN PIU'

I DECESSI IN ASL5 SALGONO A 113

IL VIRUS SI PORTA VIA DAYSI MENDOZA, ACCUDIVA DUE ANZIANI CONTAGIATI

CONTAGI ZERO, QUANDO IN LIGURIA?

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News