Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Dicembre - ore 13.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Kruk Italia parte dalla Spezia e punta a fare 50 nuove assunzioni

La società polacca ha inaugurato in Via Taviani la prima sede italiana, indispensabile per operare nel mercato che ritiene di maggior interesse in Europa. Oggi ha 150 dipendenti, saranno 200 entro fine anno.

Kruk Italia parte dalla Spezia e punta a fare 50 nuove assunzioni

La Spezia - Una crescita che non sembra arrestarsi, quella di Kruk, che in meno di 20 anni è diventato uno dei principali gruppi di gestione del debito d'Europa. Dalla nascita in Polonia nel 1998 a oggi fatturato, clienti e operazioni sono lievitate a dismisura e oggi nel mirino della società di recupero crediti c'è il mercato italiano. Una sfida che Piotr Krupa, fondatore e presidente dell'azienda, ha deciso di affrontare collocando la sua testa di ponte alla Spezia.
E' in riva al Golfo dei poeti, infatti, che Kruk ha trovato il partner ideale per gettare le fondamenta in Italia: a dicembre 2016 il gruppo polacco ha acquisito il 100 per cento delle azioni di Credit Base International, azienda specializzata nel servicing, con sede in Via XXIV maggio e dalla fase di esclusivo acquisto dei crediti dalle principali banche presenti nel panorama italiano (come Unicredit, Ubi Banca e Monte dei Paschi di Siena.) è passato alla vera e propria gestione e riscossione.
Così, in pochi mesi, gli addetti sono passati da 30 a 150 ed entro la fine dell'anno verrà toccata quota 200. Questa mattina è stata inaugurata, alla presenza dei vertici di Kruk e del neo sindaco Pierluigi Peracchini, la nuovissima sede di Via Taviani, nei pressi dell'area ex Ip.

"Questa - ha detto il sindaco dopo il canonico taglio del nastro - è la mia prima uscita ufficiale in una realtà lavorativa così importante. Lavoro e innovazione sono temi che mi stanno particolarmente a cuore e per noi facilitare interventi di questo tipo sarà un obiettivo primario".

Posti di lavoro in crescita, dunque, per una realtà che si sta affermando con forza nel mondo della finanza, con un approccio al recupero del credito che mette al centro il debitore, cercando di andargli incontro in maniera tale da consentirgli di recuperare la sua tranquillità e la sua capacità di chiedere nuovamente credito al sistema bancario, rappresentato questa mattina dal direttore generale di Carispezia, Carlo Piana.
Valori che vengono ribaditi spesso, quelli della dignità della persona e del rispetto, e che permeano, oltre alle pareti della sede, anche l'atmosfera che respirano i dipendenti, entusiasti e commossi per far parte di questa nuova avventura. E per tutti la convinzione è di essere solamente all'inizio del viaggio: "Sappiamo chi siamo, conosciamo il nostro cammino, quello che vogliamo sapere è cosa saremo tra 15 o vent'anni". E ancora: "Siamo fondisti, stiamo facendo una maratona, non uno scatto di cento metri".
E a dimostrarlo ci sono anche le storie dei giovani che oggi svolgono ruoli operativi e di responsabilità in Kruk Italia: c'è chi, come Catilin Cucu, in dieci anni è passato dal call center della filiale romena alla responsabilità della rete di riscossione italiana.

E poi c'è Antonio Cataneo che ha visto Credit Base International essere assorbita da un colosso, con soddisfazione e timore. Sentimenti condivisi con l'avvocato Roberto Rio, che lo ha accompagnato passo passo.
E oggi, poco più di sei mesi dopo, tutto ha un altro significato: Kruk Italia è stata premiato come miglior operatore italiano nel settore Npl, ha un portafogli di crediti del valore di
2,7 miliardi e composto da 340mila posizioni. Una enorme mole di lavoro e di potenziali ricavi che verrà gestita in buona parte dalla Spezia, con 53 persone impiegate nel call center. Un ruolo fondamentale se si pensa che in un anno e mezzo, dalla nascita di Kruk Italia sono state 650mila le telefonate ai clienti. Poi ci sono i 20 addetti della rete esattoriale che hanno incontrato ben 40mila clienti nello stesso lasso di tempo, centrando accordi di transazione con i clienti per 46milioni di euro.

"Kruk Italia è attualmente la società in più rapida crescita nel settore, ed è oggi tra i partner privilegiati da banche e istituzioni locali", ha dichiarato Krupa. "Ci distinguiamo per il nostro approccio fondato sul rispetto e la sensibilità verso le persone indebitate: ai nostri clienti offriamo l'opportunità di concordare i pagamenti sulla base di rate valutate caso per caso in base alle disponibilità individuali, una soluzione mai offerta prima d’ora. L'approccio di Kruk è anche ben accolto dai nostri business partner, di cui fanno parte alcune delle più importanti e rinomate istituzioni presenti sul mercato italiano".
"Anche in Italia stiamo implementando la nostra strategia di gestione amichevole del debito per aiutare migliaia di clienti. Si tratta principalmente di soggetti privati che hanno ottenuto finanziamenti da istituti bancari e enti erogatori di prestito al consumo, anche se ci piace sottolineare che negli ultimi tre mesi abbiamo acquistato portafogli di crediti da UniCredit e da Deutsche Bank, e i nostri primi portafogli di crediti non bancari, da Compass e da un fornitore locale di energia. Pensiamo di continuare ad investire in Italia anche quest'anno. Ci stiamo espandendo e stiamo cercando attivamente nuove opportunità", ha commentato Tomasz Kurr, direttore generale di Kruk Italia. "In questo contesto di sviluppo, il rispetto e la comprensione dei nostri clienti sono per noi prioritari. Con la nostra volontà di trovare in maniera collaborativa una soluzione per risolvere le difficoltà finanziarie delle persone indebitate offriamo ai nostri clienti l’opportunità di ripristinare la loro credibilità finanziaria e, allo stesso tempo, rafforziamo il nostro business", ha concluso Kurr.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure