Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 10.28

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Italy Emergenza, storia e i timori rimangono aperti

Audizione dei sindacati in commissione, dopo i due ricorsi. Il 2 febbraio toccherà al consiglio di stato dirimere la controversia. Ballano 44 posti di lavoro.

Italy Emergenza, storia e i timori rimangono aperti

La Spezia - Segreterie e rsu sugli scranni del consiglio, lavoratori fra il pubblico. “Italy Emergenza” non è affatto un capitolo risolto ed è tema di commissione, presieduta dal commissario Maria Grazia Frjia alla quale partecipano le sigle di categoria legate a Cgil e Uil. “Abbiamo preso in carico questa problematica - ha assicurato l’assessore al lavoro Genziana Giacomelli -, e in seguito all’incontro avuto col sindaco a settembre, sembrava esserci una soluzione per i 44 lavoratori poi in verità congelata. Siamo in stand by, attendiamo la sentenza del consiglio di stato e nel frattempo approfondire. Normale farlo con Asl, attore principale di questa vicenda”. A pioggia arrivano le considerazioni e gli interrogativi dei sindacati. Nadia Maggiani, segretaria provinciale della Uil ricapitola: “L’ultima gara per l’affidamento del trasporto interno ed esterno ad Asl era scaduta a fine 2016, ci siamo subito resi conto che non ci sarebbe stato il tempo per formulare un’altra gara. L’idea della gara ponte serviva proprio a preparare quella risolutiva, come una sorta di proroga. Il ricorso di Anpas (che potrebbe non aver partecipato alla gara perché mancante del requisito dello status di onlus) è stato poi accolto dal Tar del Lazio, nel frattempo Italy Emergenza ha deciso di fare ricorso e il 29 settembre scorso il Tar ha ribaltato la sentenza del Tar Ligure. Dobbiamo quindi aspettare il consiglio di stato che parlerà a febbraio e nel frattempo si è deciso per un’ulteriore proroga”. Continua Maggiani: “Abbiamo chiesto alla Regione Liguria innanzitutto di pensare alle 44 persone che rischiano il posto, che sono professionalità che non si devono perdere. Inoltre mi permetto di far notare che una volta che sarà ultimato il nuovo Felettino, verrà probabilmente meno o sarà ripensato questo tipo di servizio. Ha senso fare cambiamenti per questi pochi anni? Di sicuro chiunque venga dovrà farsi carico dei lavoratori.

Un pasticcio insomma, secondo i sindacati. “Anpas si era presa un impegno, poi c’è una memoria difensiva che dice cose diverse” - asseriscono. Massimo Bagaglia, infermiere di professione e segretario provinciale Uil Spl specifica: “Anpas, peraltro direi legittimamente, ha fatto ricorso sulla base di una norma regionale. Non hanno partecipato alla gara pensando di essere erroneamente esclusi perché fanno un servizio di emergenza-urgenza. Hanno visto un vizio di forma. A quel punto Asl ha sospeso la gara ed inizia a dialogare con Anpas per un affidamento diretto. A quel punto è stata Italy Emergenza a presentar ricorso. Il 2 febbraio sarà Il consiglio di stato a definire la questione”. Anpas e Asl davanti alle commissioni prossimamente, questi i prossimi passi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News