Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 03 Dicembre - ore 20.32

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Imprenditoria e figure apicali al femminile, la Spezia più unica che rara

Nell'ambito della presentazione di uno studio che riconosce, tra le sezioni italiane di Confartigianato, alla Spezia il più alto tasso di imprenditoria femminile emerge anche il profilo delle imprenditrici: scolarizzazione medio alta e over 40.

"la strada è ancora lunga"
Imprenditoria e figure apicali al femminile, la Spezia più unica che rara

La Spezia - Confartigianato la Spezia su dati Inps risulta essere la sezione a più alto tasso di imprenditorialità femminile, nonostante il mondo del lavoro in molte zone d'Italia parla ancora al maschile. Di questo si è discusso oggi pomeriggio nella sede di Via Fontevivo. Dall'approfondimento sono emersi anche altri numeri di rilievo: l'età media di queste imprenditrici è 45 anni. Il 64 per cento è sposata, il 72,2 per cento circa ha figli. Il 62,3 per cento è diplomata, il 18.7 per cento ha una licenza di scuola media e il 18.5 per cento è laureata.
Il settore dei servizi è quello dove operano maggiormente le imprese femminili, pari al 55 per cento. Il 69.8 per cento lavora in imprese con meno di 5 addetti. Il 73, 5 per cento delle imprenditrici opera in imprese con più di 10 anni di età. Le donne titolari di imprese in Liguria nel 2018 e nel 2019 sono cresciute dell'1 per cento. Negli ultimi 10 anni le titolari artigiane ligure sono aumentate del 2.4 per cento.
"Una donna che decide di fare impresa - ha detto Antonella Cheli vice presidente di Confartigianato la Spezia - ha già messo sul piatto tutto anche il suo lavoro. Un'imprenditrice è una persona che dedica del tempo a tutti e forse poco a se stessa. Spezia è un esempio virtuoso per l'imprenditorialità femminile e i vertici, l'Italia non è tutta così. Il grosso problema legato è legato alla prima fase di età, fino ai 45 anni, quando la donna deve avere altre priorità. Ci sono dati confortanti dalle Start Up: però riescono ad emergere dopo i 45 anni, prima si parla solo al maschile".
In materia di imprenditoria e figure apicali alla Spezia è presente un aspetto in controtendenza: molti ruoli di rilievo sono ricoperti da donne.
"La Spezia è un piccolo laboratorio al femminile - ha detto a margine dell'incontro il prefetto Maria Luisa Inversini - e vedremo cosa porterà questa leadership nei prossimi due o tre anni. Non può che essere un elemento positivo. E l'impegno in tutti i settori è sempre importante: come prefettura portiamo avanti un protocollo antiviolenza, vogliamo aggiornarlo per andare avanti e migliorarlo per renderlo maggiormente efficiente".
Rimangono però delle realtà dove a primeggiare rimangono le figure maschili.
"Tutti i settori si muovono verso un taglio più femminile - ha spiegato Carla Roncallo presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale. a margine dell'incontro - anche nel mondo della portualità. La presenza delle figure maschili rimane molto forte e predominante. E' possibile che il mondo dei porti sia cosi, su 16 presidenze io sono l'unica donna. Alla Spezia, in questo momento si sono concentrate tante figure femminili. Un caso più unico che raro, c'è ancora tanta strada da fare".
Il dato spezzino, che premia confartigianato è del 27,19 per cento: è il tasso di imprenditorialità femminile delle associate.
"Siamo orgogliosi di questo risultato - ha detto il presidente di Confartigianato Paolo Figoli - Questi dati ci riempiono di orgoglio e spronano l'Associazione a migliorarsi anche nel futuro. Mostrano che il cosiddetto divario di genere (rapporto tra donne e uomini partecipanti all'imprenditorialità) può essere ridotto. Le donne sono oramai il motore dell'imprenditoria nel mondo come attestano le statistiche internazionali. Confartigianato è recentemente intervenuta anche in sede europea offrendo il proprio contributo di osservazioni e proposte alla Consultazione Ue sulla strategia di Parità di Genere 2020-2024. Abbiamo sostenuto l’introduzione di una definizione europea di ‘impresa femminile’ che consenta una migliore focalizzazione sul valore delle imprese guidate da donne per il lavoro femminile nell’UE. L’Unione europea potrà così rafforzare la propria attenzione verso il lavoro autonomo svolto dalle imprenditrici”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News