Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Settembre - ore 21.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

I saldi sono iniziati, il vademecum e le stime

Come evitare brutte sorprese tornando a casa dallo shopping e quali sono le aspettative del mondo del commercio da questa tornata di sconti.

Al via oggi
I saldi sono iniziati, il vademecum e le stime

La Spezia - Sono partiti anche in Liguria i saldi invernali che proseguiranno fino al 18 febbraio. Per informare i cittadini Adiconsum ha presentato un decalogo con tutto quello che c’è da sapere per effettuare un acquisto consapevole del giusto rapporto qualità/prezzo della merce.

Sull'oggetto in saldo deve essere sempre riportato il prezzo d'origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale; è meglio diffidare di quei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati e fare riferimento a negozi già conosciuti per acquistare la merce in saldo; fate attenzione all'eventuale presenza di merce venduta a prezzo pieno insieme alla merce in sconto; confrontate i prezzi con quelli di altri negozi, magari annotando il prezzo di un capo o della merce a cui si è interessati; verificate che il prodotto offerto in vetrina sia lo stesso che verrà presentato in negozio; anche nel periodo dei saldi i negozianti che espongono il relativo logo dei pagamenti elettronici (bancomat e carte di credito) sono tenuti ad accettarli; diffidate dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare provare la merce; ricordate che il negoziante è obbligato al cambio del prodotto solo ed esclusivamente nel caso presenti un difetto; il cambio del colore o del modello è, invece, a discrezione del commerciante. Adiconsum consiglia di prendere eventualmente accordi col negoziante in fase di acquisto; conservate sempre lo scontrino per eventuali cambi; qualora il commerciante si rifiuti di cambiare un articolo difettoso in saldo o non voglia restituirvi i soldi, rivolgetevi alla Polizia Municipale e segnalate il caso alle sedi territoriali Adiconsum (indirizzi su www.adiconsum.it).

Il weekend di sconti vedrà circa 12 milioni di italiani a caccia d’acquisti, tra le vendite di fine stagione e il concomitante appuntamento dell’Epifania del 6 gennaio. Per i saldi si prevede una spesa media 122 euro a persona, pari a circa 280 euro a famiglia. Per la tradizionale calza della Befana, invece, si spenderanno in media 71 euro.
È quanto emerge da un’indagine Confesercenti SWG sulle intenzioni di acquisto dei consumatori.
Le vendite di fine stagione. Particolarmente elevata l’adesione di negozianti e consumatori: a partecipare alle prossime vendite di fine stagione saranno infatti circa 280mila attività commerciali, inclusa praticamente la totalità dei negozi di moda, calzature accessori e prodotti tessili. Interesse top anche tra i clienti: circa un italiano su due (il 47%) ha già deciso che approfitterà dell’occasione per fare almeno un acquisto, valutando di investire, mediamente, 122 euro a persona, pari a circa 280 euro a famiglia. Tra chi compra, il 16% spenderà di più, mentre il 70% cercherà di tenersi sulle stesse cifre dello scorso anno. Si cercheranno, in particolare, calzature: un nuovo paio di scarpe è l’acquisto in saldo più desiderato dagli italiani, indicato dal 28%. Seguono i prodotti di maglieria, preferenza per il 22% di chi partecipa ai saldi, ed i pantaloni (14%). Alto l’interesse anche per i prodotti tessili e moda per la casa (9%) e per i capispalla, come giubbotti e giacconi, ricercati dal 7% dei consumatori.
L’epifania. La concomitanza con il primo weekend di saldi riempie anche la calza della Befana. Che quest’anno sarà più pesante, e conterrà – accanto a dolci e giocattoli per i più piccoli – anche prodotti di moda e accessori. Quest’anno a festeggiare la Befana con un regalo a figli o nipoti sarà infatti il 75% degli italiani, con un budget medio per persona di 71 euro, il più alto degli ultimi quattro anni, per una spesa complessiva che sfiora i 2 miliardi di euro. Per riempire la calza, tra i banchi e le vetrine dei negozi si cercano soprattutto dolci (o carbone), indicati dal 34%; ma cresce la presenza di giocattoli (scelti dal 12%, contro il 9% del 2018) e degli accessori/capi di moda, che verranno cercati dal 14% contro il 12% dello scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News