Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Settembre - ore 22.52

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

I Cobas della scuola: "Cgil e Uil non ci volevano al tavolo, brutta pagina di mancata democrazia"

in un istituto superiore spezzino
I Cobas della scuola: "Cgil e Uil non ci volevano al tavolo, brutta pagina di mancata democrazia"

La Spezia - "Non il dirigente scolastico, cioè la controparte, ha provato ad allontanare i Cobas dal tavolo sindacale, ma incredibilmente sono stati proprio gli altri sindacati che hanno addirittura minacciato di abbandonare la seduta se la rappresentante dei Cobas fosse stata ammessa alla contrattazione". L'accusa arriva da Piera Cargiolli dei Comitati di base della scuola, che accusa CGIL e UIL di aver tentato di metterli alla porta di un incontro sindacale all'interno di un istituto superiore spezzino lo scorso 11 giugno. "Le RSU erano state convocate dal DS dell’IC per un incontro sindacale; la convocazione era stata inviata anche ai sindacati confederali e, con 'ingenuità democratica', anche al sindacato di base Cobas che nella scuola ha eletto una propria RSU - recita una nota dei Cobas -. All'apertura dei lavori la rappresentante CGIL si è scagliata contro la portavoce provinciale dei Cobas, Serena Tusini, affermando che quest’ultima non aveva alcun diritto a partecipare al tavolo di contrattazione in quanto i Cobas non sono firmatari di contratto, esternazioni sostenute con forza anche dal rappresentante provinciale della UIL".

"La prof.ssa Tusini ha specificato che, come previsto dal contratto interno della scuola era presente in qualità di esperto di cui possono avvalersi le RSU: Art.4 c.2 “In tutti i momenti delle relazioni sindacali, le parti possono usufruire dell’assistenza di esperti di loro fiducia, senza oneri per l’Amministrazione. Ma i sindacati confederali si sono attaccati ad un cavillo, vale a dire al fatto che il dirigente non avrebbe dovuto inviare ufficialmente la convocazione anche ai Cobas, senza voler ascoltare ciò che correttamente sosteneva la professoressa Tusini e cioè che i Cobas, come sindacato, non avrebbero firmato formalmente il contratto".
"Vista la situazione, il DS ha deciso di sospendere la riunione e di riconvocarla, cosa già avvenuta; la convocazione non è stata mandata ai Cobas, ma certamente la RSU Cobas presente nella scuola comunicherà, come da contratto, che la professoressa Tusini è individuata come esperta e che dunque parteciperà alla prossima riunione. Ci auguriamo che nessuno sollevi altri cavilli o si inventi che gli esperti non possono interagire durante la riunione. E’ una brutta pagina di democrazia quella che è andata in scena l’11 giugno in una scuola della nostra provincia, e la democrazia sindacale non è questione irrilevante quando si deve misurare la democrazia di un intero Paese".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News