Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Ottobre - ore 21.43

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Fials e Confsal: "Oss, inaccettabile avere lavoratori di serie B"

Le due forze sindacali: "L'internalizzazione darebbe pari dignità e tutele con i dipendenti Asl".

"Cambiamento non sia slogan"

La Spezia - "A circa due mesi dalla scadenza dell’ennesima imbarazzante proroga del ventennale appalto, prendiamo atto che non c’è stata alcuna sincera volontà politica di trovare positiva soluzione ad una importante vertenza che, nella nostra provincia, continua a tenere in bilico certezza dei posti di lavoro, sicurezza economica delle famiglie e qualità del servizio sanitario erogato". Lo denunciano Luciana Tartarelli e Alessandro Podestà, segretari locali di Fials e Confsal, in merito alla vicenda dei circa 250 operatori, tra oss e personale ausiliario, impiegati in Asl5 alle dipendenze di Coopservice. "Su terreno impervio dovuto a scelte aziendali di Asl 5, indicazioni politiche territoriali e regionali e a condivisioni sindacali non sempre scontate - proseguono i sindacalisti -, a piccoli passi ci si ritrova a quello che per noi era il punto di partenza, con poco più di un nulla di fatto. Ad oggi comunque le uniche soluzioni, da non tralasciare e su cui bisogna lavorare, sono la non alienabile ipotesi di costituzione di una Società in House o, in seconda istanza, la costruzione di un bando di concorso per soli titoli che dia giusta interpretazione agli intenti di salvaguardia insiti nel noto emendamento inserito nel decreto Rilancio".

"In questo periodo di emergenza sanitaria - proseguono -, l’internalizzazione dei lavoratori di Coopservice permetterebbe anche di dare loro pari dignità e tutele rispetto ai dipendenti di Asl 5, con i quali lavorano fianco a fianco, evitando il perpetrarsi di incresciose quanto gravi differenze di trattamento circa i protocolli di sicurezza in merito all’uso di DPI e all’esecuzione di tamponi in caso di contatti a rischio: di questo abbiamo chiesto conto anche proprio ad Asl 5 che, in quanto committente, ha l’onere del controllo sul regolare svolgimento del lavoro appaltato in piena sicurezza per i lavoratori, ma ad oggi nessuna risposta. Non si può accettare di continuare ad avere lavoratori di serie b: basti pensare che, da quasi venti anni e anche in piena pandemia, questi operatori sono ancora costretti a lavarsi le divise autonomamente a casa loro, nonostante le nostre diffide e gli evidenti rischi sanitari.
La posizione di Asl 5, a dir poco neutrale e di attesa, rispetto a decisioni politiche regionali, certamente non è d’aiuto, come del resto il silenzio del sindaco del Comune capoluogo, ancora in linea con l’immobilismo preelettorale di Regione Liguria".

"Tenuto conto che, come da accordo regionale - concludono Tartarelli e Podestà -, Alisa ha bandito concorso oss in tutte le Asl ad eccezione dell’Asl 5, lasciata in sospeso per la situazione peculiare, fermamente convinti che non si possa più rimandare il momento del “fare” , abbiamo chiesto alla Regione un incontro per chiarire una volta per tutte quale potrà essere il futuro dei lavoratori interessati e, in generale, della sanità spezzina; contestualmente, sarebbe necessario un tavolo aziendale con le OOSS di categoria del comparto sanità per capire come Asl 5 intende affrontare il problema dell’imminente scadenza della proroga d’appalto a Coopservice e per affrontare la criticità del personale ausiliario che, dopo la recente assegnazione della gara di pulizie ad altra ditta, diventa di fatto precario e merita stessa attenzione per garantirne la continuità lavorativa e per scongiurare il pericolo di pesanti disservizi all’utenza. Ora più che mai è necessario passare dalle parole ai fatti e dare un concreto segnale che il cambiamento non è soltanto uno slogan politico”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News