Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 04 Marzo - ore 10.17

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ex Call&Call, i sindacati: "Garanzie sulla tenuta occupazionale"

Schermaglie nel corso della seduta della commissione consiliare.

lavoro
Commissione consiliare

La Spezia - Poco meno di 90 minuti di commissione e qualche polemica per cercare di capire cosa potrebbe succedere ai lavoratori della ex Call & Call della Spezia. Questo il tema della riunione consiliare che si è tenuta ieri sera. Durante la seduta sono state date rassicurazioni per i lavoratori da parte dei sindacalisti del settore telecomunicazioni di Cgil, Cisl e Uil.
Nel corso della riunione sono stati ripercorsi un po' tutti i passaggi da quando Call & Call ha smesso di esserlo ed è entrata a far parte della Customer Digital Service S.r.l e della "Meglio questo" (ex Aqr). Oltre ai passaggi aziendali sono state chieste delucidazioni per quanto riguarda le commesse Findomestic, vinta dall'azienda Transcom, ed Enel e sul futuro dei lavoratori.
I sindacati hanno ribadito che dalla fine del 2020 ad oggi non ci sono state novità e che al momento non ci sono rischi sulla garanzia occupazionale. Se sulla questione Findomestic i delegati hanno precisato che se vengono fatte delle gare è il mercato che decide, per Enel c'è qualche preoccupazione in più perché coinvolge un gran numero di lavoratori (250). Molti di loro sono collaboratori e non a tempo indeterminato.
In questo scenario i commissari consiglieri hanno avuto qualche screzio sulla prenotazione degli interventi e, riportata la calma, è stato chiesto se come esponenti politici è possibile intervenire in qualche modo. I sindacati hanno ribadito che, al momento, è tutto in fase embrionale e che un'azione politica non è necessaria: lo sarà nel momento in cui la situazione dovesse complicarsi e i posti di lavoro venissero messi in discussione. Posizione condivisa sia dal presidente di commissione Fabio Cenerini e dal commissario Corbani. Sono stati poi Melley e Pecunia a chiamare in causa l'amministrazione vista la presenza dell'assessore e vice sindaco Genziana Giacomelli. In un suo primo intervento l'assessore ha precisato che a breve ci sarà un incontro con la Transcom e che comunque, senza interferire nel lavoro dei sindacati, la situazione è monitorata direttamente dal sindaco.
Pecunia poi è intervenuta nuovamente chiedendo quando il Comune si deciderà a intervenire e ad assumere azioni concrete. Dura la risposta di Giacomelli: "Spiace sentire queste cose. Stiamo lavorando nella costituzione di una rete che comprende le parti sociali e tutti i soggetti che si occupano di lavoro. Stiamo svolgendo un lavoro importante che non viene raccontato e, se questa commissione lo ritiene opportuno, chiedo di essere audita per fornire un resoconto di quanto è stato fatto fino ad ora".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News