Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Febbraio - ore 19.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ejarque studia il turismo che verrà. E parte del 'vecchio' distretto si unisce

Per la Dmo "Golfo e Terre dei Poeti" ballano nuovi ingressi dalla Val di Vara, domani Ejarque torna in città. Intanto la componente lunigianese del vecchio progetto di Erba fa squadra con la Garfagnana.

Ejarque studia il turismo che verrà. E parte del 'vecchio' distretto si unisce

La Spezia - Tornerà alla Spezia nella giornata di domani Josep Ejarque, il guru catalano del turismo vincitore del bando della Dmo (Destination management organization) "Golfo e Terre dei Poeti", lo strumento omnicomprensivo voluto dalla nuova ammministrazione per lo sviluppo organico e la promozione del turismo del territorio dei comuni della Spezia, Porto Venere, Lerici ed Ameglia, i primi ad aver aderito alla nuova piattaforma. E mentre si stanno registrando nuovi contatti informali da parte di comuni della Provincia, in particolare della Val di Vara, si attende appunto il ritorno di Ejarque che domani incontrerà i quattro sindaci dei comuni già coinvolti: da Peracchini a Cozzani, da De Ranieri a Paoletti, l'intento è innanzitutto conoscersi e comprendere problematiche e virtù dei relativi territori di competenza. Con la società FTourism, di cui è socio e amministratore unico, Ejarque si occupa di consulenza nel management e marketing per le destinazioni turistiche e per le aziende e compagnie del turismo, specializzata in particolare nella pianificazione, strategia, organizzazione e sviluppo territoriale ed economico, cosi come in processi di trasformazione, eccellenza e re-engineering di prodotti e destinazioni turistiche. Ejarque parte dall'istituzionale e contestualmente conoscerà gli uffici preposti che appoggeranno il suo lavoro di ricerca, analisi e sintesi: a gennaio sarà più volte alla Spezia per altri incontri, con tutti gli attori della zona, cominciando ad elaborare il progetto per il quale ha vinto il bando.

Dunque, si prosegue a vele spiegate, in una corsa contro il tempo con primo obiettivo la partecipazione alla Bit di Milano, primo grande appuntamento dell'anno per gli esperti del settore. Con il cambio della giunta lo scorso giugno, il Comune della Spezia aveva bocciato l'idea del precedente assessore Luca Erba che prevedeva la costituzione di un distretto turistico che coinvolgesse non solo il Golfo, le Cinque Terre (che non avevano tuttavia aderito) e tutta la Provincia, ma anche Lunigiana, Garfagnana e i Parchi d'Appennino e Apuane, uscendo dai confini regionali. Troppo ampio, secondo la nuova amministrazione, tanto da portare i turisti da altre parti, anzichè qui: lo scopo è quello di non rimanere nel mezzo fra destinazioni già affermate come Cinque Terre e Versilia. E a tal proposito, è pochi chilometri da qui è stato avviato l'iter per l'istituzione del Distretto Turistico della Valle Apua. Ad avanzare la richiesta una serie di realtà che sarebbero potute entrare in quel distretto pensato dal centrosinistra e abortito dopo la tornata elettorale. Ne faranno parte infatti le Unioni di Comuni della Lunigiana in provincia di Massa Carrara, della Garfagnana e della Media Valle del Serchio in provincia di Lucca. I territori comunali interessati sono complessivamente 34 ed esattamente: Aulla, Bagnone, Casola in Lunigiana, Comano, Filattiera, Fivizzano, Fosdinovo, Licciana Nardi, Mulazzo, Podenzana, Tresana, Villafranca in Lunigiana e Zeri per quanto riguarda l'Unione dei Comuni della Lunigiana; Careggine, Camporgiano, Castelnuovo di Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Fosciandora, Gallicano, Giuncugnano, Minucciano, Molazzana, Piazza al Serchio, Pieve a Fosciana, San Romano in Garfagnana, Sillano, Fabbriche di Vergemoli e Villa Collemandina per quanto concerne l'Unione dei Comuni della Garfagnana; Bagni di Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Coreglia Antelminelli e Pescaglia per quanto riguarda l'Unione della Media Valle del Serchio; il Comune di Pontremoli in provincia di Massa Carrara che non appartiene a nessuna delle suddette Unioni ma ha ugualmente firmato il protocollo d'intesa. Una volta che il Ministero dei Beni culturali e del Turismo avrà istituito il Distretto, la Giunta toscana definirà, attraverso una propria delibera, i Comuni che entreranno a far parte della nuova realtà con la delimitazione ufficiale del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News