Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Ottobre - ore 23.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Dividendi Iren 2017, subito 1,7 milioni per i Comuni spezzini

Il closing anticipato di otto giorni fa inserisce anche i 27 Comuni spezzini tra i destinatari delle somme derivanti dagli utili di esercizio dell'anno precedente.

Ed ecco i nuovi dirigenti delle società
Dividendi Iren 2017, subito 1,7 milioni per i Comuni spezzini

La Spezia - L'aggregazione tra Acam e Iren si è concretizzata ufficialmente mercoledì 11 aprile, solamente otto giorni fa. E per i soci spezzini del colosso del settore delle multiutility i frutti sono già arrivati, sotto forma di 1,7 milioni di euro derivanti dai dividendi dell'esercizio 2017, 700mila dei quali per il solo Comune della Spezia.
La definizione del closing, anticipata rispetto ai tempi previsti e avvenuta entro la data limite del 15 aprile, ha infatti consentito ai 27 Comuni di godere dei dividendi derivati dall'approvazione del bilancio consuntivo dell'anno precedente, così come previsto da Consob per le società quotate in borsa. L'operazione condotta da Gaudenzio Garavini ha dunque portato buone notizie per i sindaci e per le casse municipali, che potranno iniziare a riscuotere le rispettive cifre a partire dal 20 giugno prossimo, con gruzzoli più o meno cospicui da inserire in altrettante variazioni di bilancio.

L'approvazione del bilancio relativo al 2017 di Iren è avvenuta questa mattina da parte dell'assemblea ordinaria degli azionisti, riunitasi a Reggio Emilia sotto la presidenza di Paolo Peveraro. L'anno che si è chiuso con risultati economici in crescita, una riduzione dell’indebitamento finanziario e una proposta di dividendo in incremento del 12 per cento a 0,07 euro per azione.
Nell’aprire i lavori assembleari, Peveraro ha sottolineato “la capacità del gruppo di innovare il proprio modello di business e di interpretare i grandi cambiamenti del nostro tempo, caratterizzati da una velocità d’impatto senza precedenti, mantenendo risultati particolarmente positivi”.
Il gruppo ha infatti chiuso il 2017 con ricavi a 3,7 miliardi di euro in crescita del 12,6 per cento rispetto al 2016, un Ebitda a 820,2 milioni di euro (+0,7 per cento) e un utile pari a 237,7 milioni di euro in incremento del 32,2 per cento.
Nell’evidenziare la crescita del dividendo del 12 per cento rispetto allo scorso anno e la particolare attenzione alla soddisfazione degli azionisti, il presidente ha ricordato “il commitment del management ad aumentare i dividendi di almeno il 10 per cento annuo” e sottolineato come “Iren sia tra i titoli con la migliore politica di remunerazione del settore”.
Un 2017 contrassegnato non solo da un aumento significativo di utili e dividendi, ma anche da una importante crescita degli investimenti (+32 per cento a 357,3 milioni di euro), quasi interamente destinati allo sviluppo sui territori, generando per gli stessi una rilevante ricaduta in termini socio economici.
Perfomance positive del Gruppo che sono state rimarcate nel corso dell’Assemblea anche dall’intervento di un primario fondo di investimento internazionale che ha espresso soddisfazione per i risultati della società ponendo particolare attenzione alla continua crescita degli investimenti, con particolare focus su quelli sostenibili, e al sistema di governace che consente di operare con efficienza e velocità.

Contestualmente al perfezionamento dell'aggregazione, all'interno del gruppo Acam sono avvenute anche modifiche e avvicendamenti negli organismi societari.
Garavini è stato nominato presidente esecutivo di Acam spa (società che tra qualche mese confluirà direttamente in Iren) e gli sono stati affiancati i consiglieri Marisa Criscuolo e Alessandro Giussani. In Acam Acque è avvenuta la nomina di Paolo Messuri a presidente, Alberto Zucchi in veste di amministratore delegato e Elena D'Arrigo in qualità di consigliere. La presidenza di Acam Ambiente, espressa dagli ex soci Acam come quelle delle altre due aziende, è andata a Gianluigi Pagliari, mentre l'amministratore delegato è Gianluca Paglia e il consigliere è Eleonora Costa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News