Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 23.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Deserta l'asta per i Dpi in arsenale, Fase 2 su turni

Il mercato non risponde al bando per mascherine, visiere e disinfettanti. Secondo i sindacati sarebbero bastati in ogni caso solo per due settimane. Le ipotesi per la ripresa prevedono le mense ancora off limits.

le ipotesi in campo
Deserta l'asta per i Dpi in arsenale, Fase 2 su turni

La Spezia - E' andato deserta la gara per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale lanciato dall'arsenale marittimo della Spezia. Il tentativo di garantirsi una scorta di fornitura di mascherine, visiere e disinfettanti, che doveva essere il preludio all'avvio della Fase 2 nella base navale spezzina, si scontra con la realtà di un mercato in cui la domanda divora l'offerta facendo impennare i prezzi. Non un buon viatico per iniziare a programmare quello che succederà dietro Porta Principale a partire dal 4 maggio.

Un discorso questo già avviato con le rappresentanze sindacali in settimana. L'ipotesi messa sul tavolo dall'amministrazione Difesa è di stabilire una prima fase (fino al 13 giugno) basata su due turni di lavoro con orari 6-12 e 13-19 dal lunedì al venerdì. La pausa in mezzo servirebbe all'igienizzazione degli uffici e delle postazioni. Il sabato rimarrebbe dedicato al lavoro a distanza e in piena estate diventerebbe non lavorativo. La seconda fase scatterebbe a metà settembre per contemplare due turni prolungati, dalle 6 alle 13.30 e dalle 13.30 alle 21. Coinvolte le figure che non abbiano modo di continuare in smart working.
Un piano di base ancora da limare con le organizzazioni sindacali, anche alla luce delle disposizioni che saranno scritte dal governo nel decreto per la cosiddetta Fase 2. "L'amministrazione dovrà essere messa nelle condizioni di garantire una percentuale di dipendenti in smart working attraverso applicativi gestionali ad hoc - esorta Christian Palladino, responsabile provinciale e dirigente FLP Difesa -. L'arsenale è un ente peculiare e di tipo produttivo, quindi alcune funzioni dovranno inevitabilmente essere svolte in presenza. Ragionando su un possibile rientro dei lavoratori dall'attuale modello a distanza, se ci saranno condizioni di totale sicurezza e tutela della salute, si potrà ragionare su un nuovo modello orario che recepisce le esigenze di ogni dipendente e sia migliorativo di quello attuale".

Condizioni di sicurezza di cui mascherine, visiere, gel e disinfettanti sono il punto di partenza. Una stima del fabbisogno mensile per un arsenale tornato quasi a pieno regime (a casa i dipendenti a rischio per problemi pregressi di salute) si aggira attorno alle 28mila mascherine. Questo per garantirne una al giorno a 650 dipendenti diretti e un centinaio di lavoratori delle ditte esterne. Si valuta al momento anche la possibilità di produrre internamente lo stock necessario, dopo aver già attivato presso il reparto Studi ed Esperienze la produzione di visiere e maschere respiratorie.
La commissione sanitaria che ha analizzato la realtà dell'arsenale ha evidenziato come il momento della mensa possa risultare l'anello debole del sistema. In questo senso il doppio turno con cambio a cavallo dell'ora di pranzo permetterebbe di tenere i refettori aperti per poche unità, come è stato nell'ultimo mese e mezzo, e garantire il distanziamento sociale. A questo i sindacati sembrano intenzionati ad associare la possibilità di richiedere la fornitura di buoni pasto attraverso lo sblocco di un pacchetto di 72mila euro annuali fornito dalla Difesa.

SUPERATI I MILLE MORTI IN LIGURIA, NUMERI IN CALO NELLO SPEZZINO

QUATTRO NUOVI DECESSI TRA SANT'ANDREA E SAN BARTOLOMEO

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News