Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Agosto - ore 16.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Coopservice, la tregua passa dal voto degli oss

Cooperativa pronta a garantire i nuovi contratti, ma chiede la rinuncia alle cause private con una transazione. Lunedì lavoratori in assemblea. Cisl e Uil: "Passi avanti decisivi, fondamentale la solidarietà dei colleghi".

VIA LIBERA NUOVI CONTRATTI
Coopservice, la tregua passa dal voto degli oss

La Spezia - Entro la prossima settimana potrebbe chiudersi positivamente la vertenza dei lavoratori Coopservice impiegati nella sanità spezzina. Parlano di "segnali positivi" i sindacati che venerdì scorso hanno incontrato i delegati della cooperativa portando a casa l'accoglimento delle richieste espresse in queste settimane. Ci sono voluti due scioperi, l'ultimo a ridosso di Natale, per arrivare a trovare un punto di caduta che lunedì passerà al vaglio dell'assemblea degli stessi lavoratori.
Se sulla questione delle mansioni si era già mossa la stessa Asl5 a metà dicembre per sbrogliare la matassa, sull'inquadramento contrattuale c'è apertura nel passaggio degli addetti alle pulizie a un contratto da cooperativa sociale di tipo C2. "Sotto questo aspetto la cooperativa ha fatto una proposta che reputiamo un passo avanti - annuncia Mirko Talamone della Cisl - Quel tipo di contratto sarà garantito a partire dal 1° marzo, a condizione che gli operatori abbiano il diploma e che abbiano svolto l’attività in maniera continuativa. Manterrano l’anzianità dal punto di vista economico retributivo e questa si andrà ad aggiungere all’anzianità del contratto delle cooperative sociali".

C'è invece ancora qualcosa da limare sul tema dei carichi di lavoro. Coopservice propone uno schema 6+1 (sei giorni di lavoro e uno di riposo) al posto del 5+2 (cinque giorni di lavoro e due riposo). Nei prossimi giorni ci saranno una serie di incontri tra delegati dell'azienda e quelli sindacali per ragionare sulla flessibilità d'orario. "In generale un importante passo in avanti, ma prima di mettere la parola fine ci sarà il voto dell’assemblea di lunedì - sottolinea Marco Furletti della Uil - L'ultima parola spetta ai lavoratori. E in ogni caso vogliamo fare un passo successivo, ovvero indire un referendum in modo tale da completare il percorso di democrazia partecipativa”.
Un voto quindi non palese per sancire la fine del braccio di ferro. Prima però ci vorranno il 50 per cento più uno dei voti in assemblea e la chiusura della partita sulle vertenze private. Alcuni lavoratori si sono infatti rivolti agli avvocati prima che i sindacati scendessero in campo. Coopservice chiede come condizione che almeno i due terzi di loro firmino un verbale di conciliazione accettando una transazione da 1.100 euro netti per chi è a tempo pieno e al massimo dell’anzianità.

Sia Furletti che Talamone sottolineano la grande solidarietà evidenziata dai lavoratori dell'appalto, anche quelli che non erano direttamente coinvolti nella vertenza, che non hanno esitato a scendere in piazza e a rinunciare a due giorni di stipendio per stare al fianco dei colleghi. "Ringrazio un gruppo che ha dimostrato un’alta partecipazione - ribadisce Luciana Tartarelli, segretario provinciale Fials Servizi - Parlo delle pulizie e ausiliariato che con la loro presenza hanno aiutato le colleghe oss nella loro battaglia”.
Domani altro passaggio importante a Genova, con l'audizione in Regione Liguria di fronte all'assessore alla Sanità Sonia Viale. "Alla quale ribadiremo che questa è una gara ponte che traguarda ad altre due gare. Una sulle pulizie a livello regionale e una per le oss a livello territoriale - illustrano Furletti e Talamone - Nella stesura del capitolato e nel bando di gara si tenga presente questo precedente. Rivalutiamo i principi della salvaguadia dell’occupazione e della qualità del servizio, non si facciano unicamente gare al ribasso".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News