Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Agosto - ore 23.06

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Cisl a congresso, Carro: "L'incertezza non pregiudichi lo sviluppo"

Intervista al segretario generale della sigla spezzina che ha visto crescere gli iscritti del 5 per cento rispetto al 2015: "La partita di Enel deve tradursi in una vertenza nazionale".

Cisl a congresso, Carro: `L´incertezza non pregiudichi lo sviluppo`

La Spezia - Si conclude domani, con il congresso che prenderà il via alle 15 nella Sala multimediale di Teleliguria Sud, la fase congressuale della Cisl spezzina, guidata dal segretario generale Antonio Carro, che con 22.685 iscritti ha registrato un incremento del tesseramento pari al 5,03 per cento rispetto al 2015, con aumenti significativi nelle categorie del turismo e commercio (Fisascat) e dell'agricoltura (Ugc e Fai) e una sostanziale tenuta delle altre federazioni degli attivi che confermano la Funzione pubblica come la prima categoria con 1.562 iscritti. Grande rappresentatività della federazione dei pensionati con 12.245 iscritti e sedi in tutti i Comuni della nostra provincia.

La Cisl si riunisce in un momento particolare, compreso tra le vicende giudiziarie che hanno travolto il porto e le prossime elezioni amministrative contraddistinte da incertezza. Come arriva il vostro sindacato a questo appuntamento importante?
“Abbiamo incrementato il numero di iscritti nelle categorie degli attivi, consolidato la nostra presenza sui posti di lavoro, implementato con l'apertura di nuove sedi i servizi, come il patronato e il Caf e grazie alla presenza delle nostre leghe dei pensionati siamo presenti in tutti i Comuni della provincia. Un bilancio positivo che ha visto nel mese di febbraio la celebrazione di tutti i congressi/assemblee territoriali che partendo dai luoghi di lavoro vedranno la partecipazione di oltre 100 delegati al congresso confederale del 13 e 14 marzo. Ci auguriamo che le incertezze citate (ribadiamo la piena fiducia nella magistratura) non determino un impasse su le possibilità di crescita e sviluppo per la nostra provincia”.

Da anni si parla di sindacati in crisi. Di chi sono le responsabilità, in un Paese in cui anche i partiti e le istituzioni non godono certo di ottima salute?
“La Cisl dall'assemblea organizzativa di 2 anni fa ha avviato con la guida di Anna Maria Furlan, una campagna di grande rinnovamento all'interno dell'organizzazione per renderla più trasparente e vicina ai bisogni dei nostri iscritti, riappropriandoci del ruolo negoziale nei confronti delle controparti pubbliche e private e rilanciando quel patrimonio valoriale che questa società sembra aver smarrito. Nonostante gli errori che sicuramente anche il sindacato ha fatto, credo che sia indispensabile il ruolo dei corpi intermedi e delle parti sociali se vogliamo rilanciare il nostro Paese e contrastare questa ondata populista che sta attraversando la politica nazionale e mondiale”.

L'economia cittadina vive una duplice fase: da un lato il manifatturiero tradizionale è costantemente con l'acqua alla gola, dall'altro la nautica e il turismo vanno a gonfie vele. Nel mezzo si colloca il porto, in stallo dopo anni di crescita. Su quali comparti bisogna impiegare le energie?
“Noi siamo convinti che occorra con decisione cogliere le opportunità che derivano da asset importanti quali: Polo della difesa-Porto e Logistica-BlueEconomy e Nautica-Turismo e Commercio senza dimenticare la Green Economy (salvaguardia del territorio, filiera del bosco, agricoltura sociale) ne abbiamo più volte sottolineato le potenzialità che possono tradursi in crescita del Pil, ma sopratutto in nuovi posti di lavoro. L'annunciata chiusura della centrale dell'Enel deve tradursi in una vertenza nazionale che veda il nostro territorio insieme alla regione ed a Enel, protagonista di una riconversione sulla green-energy che salvaguardi l'occupazione diretta ed indotta che quell'area industriale può sviluppare”.

Nella sanità si fa un gran parlare della carenza di infermieri, ma la Regione frena su nuove deroghe. Intanto cresce l'attesa per un nuovo ospedale. Come vede il futuro per i malati spezzini?
“Finalmente sono avviati i lavori per il nuovo ospedale, certamente notizia positiva, restano le gravi carenze denunciate più volte che nonostante l'abnegazione di tutto il personale medico, infermieristico e ausiliario continuano a creare disagi ai nostri concittadini che devono accedere ai servizi sanitari. Saremmo parte diligente affinché si realizzi quella presa a carico dei pazienti dalle acuzie, alle patologie croniche che allevino i tanti disagi subiti in questi anni. Credo sia una questione etica e sociale non rinviabile”.

Anche in arsenale, di fronte alle rimostranze delle sigle del comparto per l'assunzione di personale tecnico, la risposta del ministero è stata piuttosto fredda. La vostra battaglia continua. Con quali aspettative concrete?
“La battaglia continua, siamo insoddisfatti delle risposte ricevute, è grande merito delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil se assieme alle istituzioni cittadine abbiamo sbloccato parte dei finanziamenti del Piano Brin (30 milioni) con l'intervento del ministra Pinotti, alla quale chiediamo di dare continuità con nuove assunzioni, rilanciando la Scuola allievi operai”.

La Cgil ha avviato la campagna referendaria sui due quesiti approvati dalla Corte costituzionale. Condivide la posizione dei colleghi della Camera del lavoro? Che indicazione dà ai suoi iscritti?
“La nostra organizzazione ha chiesto con forza al governo la modifica della normativa sui voucher limitandone drasticamente gli intollerabili abusi,cosi come la normativa sugli appalti. Non condividiamo, pur rispettando, la via referendaria scelta dalla Cgil in quanto a nostro giudizio la via negoziale ed unitaria resta la via maestra per temi inerenti il lavoro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure