Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 05 Aprile - ore 11.45

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Charity Wall punta alla top 10 europea delle startup

L'app che traccia le donazioni creata da un team di spezzini selezionata a Istanbul tra le più promettenti, si porta a casa un contributo di 53mila euro. Busolli: "Presto il nostro utility token per garantire ancora più trasparenza".

successo in turchia
Charity Wall punta alla top 10 europea delle startup

La Spezia - Ne ha fatta di strada Charity Wall, l'app che traccia le donazioni e racconta come vengono impiegati i fondi dalle organizzazioni no profit. E ora la rampa di lancio è proprio di fronte allo spezzino Luca Busolli e ai suoi soci Alessandro Giuntoni e Simone Borghini. Negli scorsi giorni il progetto nato nel 2018 è risultato uno dei 23 più promettenti a livello europeo per le aziende della blockchain. Una prima scrematura che dimezza le contendenti, arrivate da ogni parte d'Europa. Un ulteriore salto di qualità e la possibilità di competere per entrare nella top 10 nei prossimi mesi. Da subito arriva un contributo immediato di ben 53mila euro. "Davvero una grande soddisfazione che ci ripaga di questi mesi di duro lavoro", commenta Luca Busolli.
Da Genova (leggi qui) a Verona, quando ottenne i primi riconoscimenti italiani, il viaggio del "social marketplace" per il terzo settore, come lo definiscono i loro creatori, è passato attraverso gli Stati Uniti durante lo scorso anno. Prima la semifinale alla Global Social Venture Competition, poi la presentazione alla Blockland Solutions di Cleveland, una delle più prestigiose conferenze mondiali sulla blockchain. Infine l'Università di Berkeley ha chiamato i tre italiani a fare da giudici alla SAGE Global Competition. L'ultimo traguardo è stato centrato ad Istanbul, dove si è tenuto un evento del percorso di accelerazione BlockIS, finanziato dalla Comunità Europea. Ad accompagnare Charity Wall un altro spezzino, Filippo Lubrano, nel ruolo di manager del cambiamento.

L'idea rimane di grande attualità, la recente crisi australiana dovuta agli incendi e gli aiuti arrivati da tutto il mondo lo dimostrano. "Il nostro sistema consente di tracciare e certificare le donazioni in maniera molto trasparente. Oltretutto è un canale attraverso cui le organizzazioni no profit possono tenere aggiornati i donatori sui loro progetti - sintetizza Busolli -. Abbiamo diversi competitor, sia in Eurpa che fuori dall'Europa, ma posso affermare con certezza che nessun servizio è completo quanto il nostro ad oggi".
Il prossimo step dello sviluppo sarà la creazione di un utility token di Charity Wall per scambiare beni e servizi. Ad oggi i fondatoriw possono usare le criptovalute (Ethereum e BitCoin) che vengono convertite immediatamente in moneta. Da febbraio poi le donazioni potranno essere accettate anche in moneta corrente. A marzo il team prenderà in consegna il suo primo progetto internazionale, una società svizzera cooperante con una comunità brasiliana. Nuove relazioni e nuove opportunità che si apriranno anche con i prossimi appuntamenti europei a Vilnius e Berlino. A settembre il grande concorso di Bruxelles per sancire le migliori dieci startup della blockchain in Europa. Chissà che non ci sia anche la Spezia a rappresentare l'Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News