Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Ottobre - ore 09.27

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Case popolari e risparmio energetico, gara da oltre tre milioni

C'è tempo fino a metà novembre per provare ad aggiudicarsi la concessione da tredici anni per interventi e manutenzione sul patrimonio Ers di Arte.

Case popolari e risparmio energetico, gara da oltre tre milioni

La Spezia - Si aprono le danze per spuntarla nella corposa gara per l'assegnazione dei servizi per l'efficientamento energetico per gli immobili Arte dedicati all'edilizia residenziale pubblica. La partita si muove su tre lotti: uno per Genova, uno per Imperia e Savona, uno, infine, per La Spezia. Per la provincia spezzina si parte da una base d'asta di tre milioni e 300mila euro, al netto dell'Iva. La durata della concessione per il lotto spezzino? Tredici anni e due mesi.

L'impresa (o il raggruppamento di imprese) aggiudicataria, nel corso del primo anno, dovrà mettere in atto la cosiddetta 'Fase 1', vale a dire una necessaria operazione di ammodernamento nel senso della riqualificazione energetica. Concluso questo primo passo (previsto per il primo anno di aggiudicazione) e superati i collaudi, si aprirà la 'Fase 2'. Un dodicennio - per quanto riguarda il caso spezzino - in cui la realtà imprenditoriale vincitrice dovrà occuparsi della gestione e della manutenzione dell'impiantistica.

Per partecipare alla corsa per il lotto spezzino occorrerà dimostrare di aver fatturato per almeno un milione e mezzo negli ultrimi tre esercizi finanziari, e un fatturato specifico di 750mila euro nel campo dell'efficientamento energetico. A spuntarla, sarà l'offerta economicamente più vantaggiosa. Trenta dei cento punti disponibili saranno assegnati a chi garantirà il maggior ribasso sulla base da tre milioni e 300mila, mentre il resto andrà conquistato con la qualità della proposta tecnica, in particolare sui fronti del risparmio energetico (42 punti), del valore e della fattiblità degli interventi della 'Fase 1' (15 punti) e del piano di manutenzione (9 punti). Per farsi avanti, c'è da bussare, carte alla mano, al portone della Stazione unica appaltante regionale. Deadline, il 15 novembre a mezzodì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure