Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 06 Giugno - ore 21.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Callegari: "Turismo e commercio rischiano il crollo e le donne pagano doppio"

"Adottare protocolli per ripartire"
Callegari: "Turismo e commercio rischiano il crollo e le donne pagano doppio"

La Spezia - Marco Callegari, segretario regionale Uiltucs esprime forte preoccupazione per gli effetti devastanti che la pandemia rischia di portare nel settore del commercio e del turismo, ma anche nella gestione delle famiglie visto che le due categorie sono composte prevalentemente da donne.
"La nostra provincia - afferma il numero uno di Uiltucs - sta già pagando in termini economici la perdita della prima parte di una stagione turistica che è già compromessa, con ripercussioni sull'occupazione già molto importanti. Migliaia di lavoratori che erano in attesa di iniziare le attività in questo periodo hanno perso questa opportunità, mentre chi già lavorava allo stato attuale si trova in cassa integrazione in deroga con l'incognita del pagamento della stessa visto che a tutt'oggi ancora non si è visto un euro. Tutto questo chiaramente si ripercuote a sua volta nel settore del commercio che già non stava attraversando un periodo roseo e che rischia quindi di vedere un crollo a causa della mancanza di liquidità delle famiglie".

Il quadro tracciato da Callegari è a tinte fosche, ma il segretario invita a guardare avanti, con un occhio di riguardo alla componente rosa del mercato del lavoro.
"C'è la necessità di riaprire presto le attività, chiaramente garantendo la totale sicurezza dei lavoratori. E' indispensabile che in queste ore tutte le attività che presumibilmente dal 4 maggio riapriranno adottino i protocolli sulla sicurezza, garantendo il contingentamento delle entrate, la sanificazione costante dei punti vendita e che garantiscano la fornitura dei Dispositivi di protezione individuale a tutti i dipendenti. Nel nostro settore poi, e ne sento parlare molto poco, abbiamo l'esigenza di politiche nuove perché le donne non possono essere lasciate sole nella gestione del lavoro e soprattutto nella gestione familiare dei figli, che in questo momento vista la chiusura delle scuole e l'esigenza di doverli aiutare nello svolgimento delle lezioni, porta non poche difficoltà".

"Sono state adottate misure apprezzabili da Marina Acconci - conclude Callegari facendo riferimento all'amministratrice della San Mauro, società che gestisce il Brugnato 5 Terre outlet village - che ha permesso di non pagare affitti alle aziende che non licenziano. Così dovrebbe accadere anche nelle altre gallerie commerciali dove lavorano centinaia di lavoratori e dove si rischia fortemente un dramma occupazionale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









VIDEOGALLERY

















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News