Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 13.35

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Bollette dimezzate e alloggi Arte verso la riqualificazione

E' il progetto EnerSHIFT che vede come capofila la Regione Liguria, unica ad aggiudicarsi il finanziamento comunitario di oltre 950mila euro grazie al coinvolgimento dell’Agenzia regionale ligure per l’energia (IRE), delle quattro ARTE liguri e

Bollette dimezzate e alloggi Arte verso la riqualificazione

La Spezia - Sostituzione delle caldaie, riqualificazione delle reti di distribuzione, coibentazione, interventi sulle perdite di carico, sui sistemi di contabilizzazione e sui serramenti esterni. Attività che eviteranno di immettere in atmosfera oltre 3.000 tonnellate di anidride carbonica l’anno, di consumare 14,5 Gigawatt di energia e di spendere 1,4 milioni di euro e che produrranno la decurtazione del 50% delle bollette del gas per gli inquilini. Sono questi i numeri liguri del progetto EnerSHIFT che vede come capofila la Regione Liguria, unica ad aggiudicarsi il finanziamento comunitario di oltre 950mila euro grazie al coinvolgimento dell’Agenzia regionale ligure per l’energia (IRE), delle quattro ARTE liguri e dei sindacati degli inquilini. Il bando dell’Unione Europea prevede la riqualificazione energetica degli edifici di edilizia residenziale pubblica, utilizzando un modello finanziario innovativo che non prevede l’impiego di risorse economiche da parte dei proprietari o gestori degli edifici. “Siamo riusciti ad aggiudicarci i finanziamenti europei grazie ad un progetto innovativo dal punto di vista finanziario e ambientale che mette insieme una serie di partner con un investimento di circa 15 milioni di euro che non comporterà alcun onere per la Regione Liguria, a parte il contributo previsto a valere sui fondi POR FESR 2014-2020 – dice il Presidente Giovanni Toti – inoltre si tratta di una tappa fondamentale del percorso di valorizzazione delle ARTE liguri, in grado di stimolare interventi necessari per rendere effettivo il diritto all’abitazione e per recuperare un patrimonio importante”.
Riqualificazione anche degli edifici dell'Arte, alla Spezia previsti 12 interventi. “Si tratta del primo progetto in Italia che si occupa della riqualificazione energetica degli edifici residenziali pubblici, con un modello di finanziamento che prevede un ampio coinvolgimento del territorio ed i sindacati degli inquilini – continua l’assessore regionale all’Edilizia, Marco Scajola – Per facilitare la riuscita del progetto abbiamo deciso di stanziare un contributo di 5 milioni di euro sui fondi POR FESR 2014-2020 destinati a interventi di efficientamento energetico. Gli uffici regionali hanno iniziato il lavoro di preparazione della gara di appalto che si terrà a luglio e che prevede un investimento di circa 15 milioni”. Saranno 44 gli edifici di proprietà delle ARTE liguri su cui sono previsti interventi: 27 nella Provincia di Genova, 2 in quella di Imperia, 3 nella Provincia di Savona, 12 nella Provincia della Spezia. Gli interventi si baseranno su un meccanismo di autofinanziamento e saranno a costo zero per gli enti pubblici perché saranno le ESCo - società che attuano interventi per migliorare l’efficienza energetica degli edifici - che effettueranno gli investimenti e si ripagheranno con i risparmi energetici che dovranno essere almeno del 50% rispetto ai consumi attuali, a vantaggio anche degli inquilini che si vedranno decurtare la bolletta del gas.
“La Regione – continua Scajola – ha deciso infatti di utilizzare una forma di contratto innovativa che prevede che una parte del risparmio ottenuto sia da subito disponibile per gli utenti, attraverso la riduzione della bolletta energetica”. In attesa del bando Regione Liguria ha già dato il via agli incontri sulle attività di informazione relative ai benefici che avranno le abitazioni dopo la conclusione dei lavori e che interesseranno circa 3500 famiglie".
Confartigianato: "E' questa la direzione giusta". "Un progetto che punta dritto all’efficientamento energetico degli edifici residenziali in Liguria e che, ponendo la nostra regione all’avanguardia in Italia, la proietta verso un’edilizia sociale moderna e attenta all’ambiente. Un’attenzione particolare alle famiglie e alle nostre attività imprenditoriali, che potranno svolgere un forte ruolo nel rinnovamento “green” del patrimonio edilizio ligure». È il commento di Paolo Figoli, presidente di Confartigianato Anaepa Costruzioni Liguria, al progetto EnerSHIFT, presentato questa mattina in Regione Liguria.
Previsti 15 milioni di euro di investimenti e un risparmio energetico (di 14,5GWh annui) ed economico (del 55%) per 44 edifici residenziali pubblici di proprietà o gestiti dalle Arte liguri. Una riqualificazione energetica che fa leva su un meccanismo finanziario innovativo: l’investimento per gli interventi edilizi e tecnologici, a carico del soggetto attuatore, è ripagato con il risparmio energetico ottenuto. Previste una o più gare d’appalto indette dalla Suar (Stazione Unica Appaltante Regionale) e riservate alle ESCo (Energy Service Company). Il contratto da adottare sarà l’Epc, Energy performance contract, un modello finora poco diffuso a causa sia della sua rigidità, sia della complessità delle operazioni di finanziamento. Per questo, tra gli obiettivi di EnerSHIFT, vi è anche la definizione di un modello finanziario innovativo e flessibile: prevista anche un’ampia partecipazione tra le Esco e gli istituti di credito o finanziari che fungeranno da terze parti finanziatrici.
"Quello dell’efficientamento energetico è un tema particolarmente caro alle nostre imprese – continua Anna Alfano, presidente Confartigianato Energia Liguria – Il patrimonio edilizio ligure ha una forte necessità di rinnovamento in chiave energetica, di utilizzo delle risorse e di emissioni inquinanti. Questo progetto va nella giusta direzione della riqualificazione, ma anche della semplificazione e di un notevole risparmio in bolletta, oltre a rappresentare un’opportunità importante per le nostre imprese del settore, che necessitano di un forte rilancio".
In Liguria il settore delle costruzioni conta 21.367 microimprese artigiane, così distribuite nelle singole province: 10.819 sul territorio genovese, 4.619 a Savona, 3.693 nell’imperiese, 2.236 alla Spezia.

Vaccarezza: "La Liguria diventa più efficiente". "Quando si mettono insieme lungimiranza, programmazione e lavoro di squadra, non può che nascere qualcosa di buono per i liguri e per il territorio – dichiara soddisfatto il Capogruppo di Forza Italia in Regione Liguria, Angelo Vaccarezza – grazie a “Entershift” migliorerà la qualità della vita, migliorerà la qualità dell’ambiente e 3500 famiglie, che vivono nelle case popolari beneficeranno di un consistente risparmio in bolletta".
I quindici milioni di investimenti sono così ripartiti: 4,5 milioni di euro provenienti da fondi europei, 1.5 milioni di euro dalle “Arte” liguri e 10 milioni provenienti dai risparmi attesi nelle bollette.
"La Liguria è la prima regione a presentare un progetto che unisce risparmio e sostenibilità, un passo per diventare di buon esempio per tutti – prosegue Vaccarezza – l’obiettivo, grazie agli interventi previsti, è ridurre di 3000 tonnellate le emissioni di anidride carbonica l’anno".
Gli interventi, che andranno dalla sostituzione delle caldaie alla riqualificazione delle reti di distribuzione, saranno autofinanziati e quindi i costi non graveranno sugli Enti pubblici: toccherà infatti alle società che attueranno gli interventi per migliorare l'efficienza energetica degli edifici di almeno il 50%, ripagarsi con i risparmi in bolletta ottenuti.
"Ecco un altro impegno portato a termine dalla Regione Liguria che va verso il benessere dei suoi cittadini e si rivela un ulteriore tassello per valorizzare le case di edilizia popolare del territorio – conclude Vaccarezza –seguendo il trend iniziale, le promesse fatte a inizio legislatura sono state mantenute una per una".


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure