Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Autisti appiedati dal tour operator: "Uno sfregio alle imprese locali" | Foto

Pullman spezzini scaricati da Trumpy tours. Matellini: "Perso 30-40% del lavoro". Scalesia: "Csb ha sempre lavorato bene".

Autisti appiedati dal tour operator: `Uno sfregio alle imprese locali`<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/Manifestazione-degli-autisti-in-Largo-2242_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

La Spezia - "Difendiamo 173 posti di lavoro, 30 aziende dei pullman locali, 8 milioni di investimenti fatti. Abbiamo dato lavoro, sicurezza, logistica, professionalità, efficienza, competitività. Vogliamo dai tour operator rispetto e tutela delle aziende locali". Chiaro e perentorio il messaggio che si legge nel volantino distribuito stamani a Largo Fiorillo dai lavoratori delle ditte che fanno capo al consorzio Csb Cruise service in Bus, al quale il tour operator Trumpy Tours, di Genova, che 'scala' i passegger di Costa Crociere, ha deciso di preferire un consorzio con sede legale a Livorno e che si avvale di personale di Firenze, Grosseto, Siena e Perugia (vedi qui).

I lavoratori spezzini, dalle 8 alle 10 di stamattina, si sono dati appuntamento in Largo Fiorillo per manifestare e bloccare il transito dei bus in segno di protesta. "Non è una manifestazione contro il porto ma verso la decisione del tour operator di estrometterci. Siamo disoccupati e facciamo l'unica cosa che possiamo fare, attendendo di salire in Prefettura", hanno spiegato. Due ore di blocco e movimenti a singhiozzo per i bus che trasportavano i passeggeri della Costa Diadema tra Molo Garibaldi e terminal. Nervosismo per qualche turista, infastidito dalle lunghe attese. I manifestanti, alla fine, hanno cominciato ad aprire varchi per far passare i bus, fermandoli uno ad uno per illustrare le ragioni della loro vibrante protesta.

"Siamo al fianco delle imprese e chiediamo che il lavoro resti vicino alla comunità che lo ospita - ha dichiarato Angelo Matellini, direttore di Cna La Spezia, stamani in Largo Fiorillo -. Questa è una protesta a favore di un'imprenditoria locale che negli anni ha saputo attrezzarsi svolgendo un lavoro egregio. Speriamo si trovi margine per una soluzione, è per questo che oggi incontreremo il Prefetto. La scelta dell'operatore turistico di non puntare più su Csb toglie alle imprese consorziate una fetta importante di lavoro, il 30-40%, non una quota secondaria".

La rabbia e lo sconforto di Pasquale Scalesia, vice presidente di Csb: "Il tour operator lavorava con noi dal 2014, poi, all'improvviso, il 10 febbraio ha deciso di interrompere il rapporto, rivolgendosi a un altro consorzio con pullman che arrivano da Firenze, Grosseto, Reggio Emilia, Bologna, Siena, Perugia. E noi, con centinaia di mezzi fermi - tra l'altro in questi anni abbiamo rinnovato il parco con 8 milioni di investimento -, siamo qua a protestare. Il rapporto è stato interrotto senza dare spiegazioni, come uno sfregio personale. Per il tour operator questo cambiamento non significa costi inferiori, anzi. Lo fa perché vuole mettere in ginocchio le aziende locali, oltre cinquanta realtà della costa tirrenica, tra Livorno e Spezzino. C'erano i margini per confrontarsi, ma ci è stato sempre detto di no. Eppure in questi anni non si sono mai verificati problemi, siamo sempre stati disponibili ventiquattrore su ventiquattro. E per il 2017 il tour operator ci aveva già chiesto tutti i dati, i libretti, le patenti degli autisti. Invece un mese fa ha detto basta. Noi porteremo avanti la mobilitazione finché non si metterà in testa di lavorare ancora con noi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure