Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre - ore 11.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Atc, sindacati: "Accelerare per in house, stop sacrifici lavoratori"

Inviata una richiesta urgente di incontro alla Provincia. "No ad aumento quota subappalto".

"No a fughe in avanti"
Atc, sindacati: "Accelerare per in house, stop sacrifici lavoratori"

La Spezia - “Siamo da sempre contrari all'aumento di quota di subappalto di ATC”. Così Fabio Quaretti, Filt Cgil, Marco Moretti Fit-Cisl, Paolo Carrodano Ugl e Stefano Viani Faisa-Cisal, che continuano: “Noi avevamo aperto sulla base del Piano Industriale ed era condiviso l'aumento del subappalto nel momento in cui ci fosse stato il passaggio alla gestione in house, le due cose dovevano andare di pari passo. Ovviamente la gestione dell'emergenza Covid ha senza dubbio modificato sensibilmente la domanda di mobilità e di conseguenza l'erogazione del servizio dovrà essere ripensata, l'estate che stiamo per affrontare sicuramente non sarà normale, ma le decisioni vanno condivise ed alla fine di essa si dovrà tornare a dove eravamo!! Nulla deve cambiare rispetto alle modalità di affidamento e noi non accetteremo nessuna fuga in avanti, la gestione in house che doveva partire a Giugno deve essere solo rinviata".

"Siamo anche noi preoccupati per la situazione del bilancio - proseguono i sindacalisti -, con le perdite relative al periodo dell'emergenza Covid. Questa situazione accomuna tutte le realtà italiane. Dobbiamo ripartire rilanciando il valore pubblico del TPL, ma non si possono chiedere ulteriori sacrifici per i lavoratori che anzi necessitano di essere riconosciuti a pieno titolo. Chiediamo quindi a Comune, Provincia ed Azienda di accelerare il più possibile il passaggio alla gestione in house ripartendo dal piano industriale condiviso con una qualità nel servizio con i giusti investimenti e ricordiamo sempre che a prescindere da tutto la legge sui subaffidamenti mette il tetto chiaro del 30% che per nessun motivo deve essere superato. Per questi motivi abbiamo inviato una richiesta d'incontro urgente alla Provincia come organo affidatario del servizio.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News