Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Settembre - ore 08.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Anci invia una lettera al governo a firma degli assessori al Commercio dei capoluoghi di provincia

Anci invia una lettera al governo a firma degli assessori al Commercio dei capoluoghi di provincia

La Spezia - "La nostra priorità è riaccendere le vetrine spente, per questo ho firmato questa lettera, per fare in modo che l’economia riparta garantendo ai cittadini le misure e gli strumenti necessari per tornare a vivere. Basta discriminazioni bastate sulla categoria merceologica, sì alle riaperture basate sulla sicurezza". Lo dichiara l'assessore al Commercio del Comune della Spezia commentando l'invio di una lettera siglata dai colleghi dei Comuni capoluogo di ogni parte d'Italia tramite Anci al governo.

"Abbiamo chiesto tanti sacrifici ai negozianti, ora dobbiamo sostenere la ripresa. Il ruolo principale lo dovrà fare il governo, garantendo alle attività commerciali risorse a fondo perduto che aiutino i tantissimi negozi che animano le strade della nostra città a riaprire. Servono regole più elastiche sull'occupazione del suolo pubblico e stiamo già lavorando come uffici comunali - prosegue Brogi - ma serve che anche in questo caso lo Stato apra una discussione con gli enti locali. Non basta il bonus partite Iva, spesso arrivato in ritardo e non sufficiente a coprire le troppe spese, che anche ad attività chiusa le attività devono sostenere. Bisogna aiutare i negozianti oltre che con riduzioni, posticipazioni e sconti di tasse e imposte anche con le bollette, magari eliminando i costi fissi e ritardando le scadenze, intervenire sugli affitti, i costi di sanificazione e le attrezzature di cui dovranno dotarsi per rispettare le misure di distanziamento sociale".

Brogi continua illustrando il documento di proposte per il supporto e il rilancio delle attività commerciali e artigianali.
"Il tessuto commerciale e artigianale rappresenta la vita delle nostre città. Hanno da sempre un ruolo cruciale nell’economia cittadine e in questo momento difficile non è solo necessario tutelare le imprese e i lavoratori che sono seriamente a rischio, ma è un obbligo. Si tratta di richieste rivolte al Governo per supportare nell'immediato il mondo delle micro, piccole e medie imprese del commercio al dettaglio, dell'artigianato, del
turismo, dell'agricoltura, della pesca e dell’ambulantato. L'elenco delle richieste è il frutto del lavoro di confronto fra gli assessori comunali alle attività produttive e si basa sull'esigenza di fornire risposte concrete agli operatori, che non potranno arrivare finché non si avranno in tempi brevi certezze sul ristoro da parte del governo delle mancate entrate da tributi locali dovute alla chiusura forzata delle attività. Diverse anche le proposte di intervento a gestione diretta dei Comuni, fra cui la concessione a titolo gratuito del titolo di occupazione del suolo pubblico per bar e ristoranti e anche negozi in sede fissa come già settimana scorsa avevo annunciato con contestuale ampliamento, nonché strumenti tecnologici di promozione e marketing territoriale. Ogni comune ovviamente è una realtà a se, in termini di bilancio e risorse ma cercheremo di fare il massimo possibile per aiutare il comparto", conclude Brogi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




FOTOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News