Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Settembre - ore 19.39

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Anche il Consiglio di Stato rigetta il ricorso della Vas

La presidente dell'Adsp Roncallo si dice soddisfatta e potrebbe chiedere i danni di immagine alla onlus: "Anni di campagna denigratoria verso di noi e hanno sempre torto. Questo rallenta lo sviluppo del porto ma anche della città".

la sentenza
Anche il Consiglio di Stato rigetta il ricorso della Vas

La Spezia - Il Consiglio di Stato ha rigettato il ricorso presentato dalla onlus “Verdi, Ambiente e Società" (Vas) per ottenere il blocco dei lavori previsti dal Piano Regolatore Portuale e riferiti ad opere pubbliche che riguardano l’allargamento a
Levante del Molo Garibaldi e il suo allungamento, il molo per navi passeggeri su Calata Paita, alcune modifiche al Molo Italia, lavori sulle Calate Artom e Malaspina, ovvero interventi che toccano sia l’ambito crociere sia l’ambito commerciale. Dopo il primo rigetto del ricorso presentato in primo grado al Tar, arriva dunque la conferma dell'ultimo organo di giudizio. “Sono soddisfatta del risultato ottenuto - ha dichiarato la Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, Carla Roncallo - perché questo dimostra come l’Ente abbia sempre agito nel rispetto delle norme, dei vincoli e delle esigenze di salvaguardia, non compiendo alcun abuso nei confronti dei cittadini, che siamo i primi a voler tutelare”.

Il riferimento è dunque all’appello che la VAS, il cui vice presidente è Daniele Granara, anche avvocato dei ricorrenti, aveva fatto nel Consiglio di Stato: ora si dovrà accollare tutte le spese delle parti coinvolte ma l’ADSP si riserva di chiedere anche i danni di immagine. “Sono anni che va avanti la campagna denigratoria delle associazioni ambientaliste contro l’Ente; puntualmente fanno ricorso alla giustizia amministrativa, che ha sempre dato loro torto a dimostrazione
della correttezza dell’azione amministrativa – continua la presidente -. Questo modo di procedere non fa altro che rallentare lo sviluppo del porto ma anche quello della nostra città con inevitabili e dannose perdite di tempo nella realizzazione delle opere previste dal Prp, compresa la realizzazione della fascia di rispetto che davvero potrebbe dare una risposta concreta ai cittadini del Canaletto e di Fossamastra, e lo sviluppo del waterfront”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News