Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Gennaio - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Anche gli spezzini al voto sulla Tav

L'alleanza tra regioni del Nord in caso di bocciatura dell'opera da parte del ministero dei Trasporti potrebbe sfociare in una consultazione popolare. Anche la nostra provincia sarebbe chiamata ed esprimersi. Voi cosa votereste?

in caso di referendum
Anche gli spezzini al voto sulla Tav

La Spezia - Se le anticipazioni di questi giorni saranno confermate, l'esame costi-benefici richiesto dal ministero Danilo Toninelli sulla tratta ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione darà esito negativo. Una posizione per adesso solo ventilata in ricostruzioni giornalistiche, ma che già bastano per creare un fronte di oppositori che chiederanno che l'opera, invece, si faccia. Sono i governatori delle regioni del Nord Italia. Il primo è chiaramente il piemontese Sergio Chiamparino.
"Il Governo sta allungando il brodo per scavallare senza prendere decisioni le elezioni europee, in modo da spostare tutto tra un anno. E’ una scelta inaccettabile, perché mette a rischio i fondi europei, blocca investimenti in essere che potrebbero creare ulteriore occupazione e pregiudica seriamente la realizzazione di un’opera che è essenziale per il miglioramento del sistema infrastrutturale piemontese, italiano ed europeo”, ha detto un mese fa commentando il quadro di incertezza.

Al suo fianco si è subito schierato il collega Attilio Fontana, governatore della Lombardia, che ha chiesto di poter avere voce in capitolo in merito. Anzi, che siano i cittadini lombardi a potersi esprimere con un referendum consultivo. Una consulazione da estendere anche a Valle d'Aosta, Veneto e alla Liguria. Giovanni Toti ha schierato la regione a favore dell'opera in tempi non sospetti, conscio del legame con il Terzo Valico che riguarda direttamente Genova. “La Tav è un’infrastruttura fondamentale del Paese, indispensabile per la competitività del sistema logistico della Liguria. Fermare questa opera sarebbe un imperdonabile atto di autolesionismo. Pertanto, accogliendo l’invito degli organizzatori e in particolare dell’amico Mino Giachino, ex sottosegretario ai Trasporti, sabato sarò in piazza a Torino”, ha fatto sapere ieri con una nota parlando della manifestazione di domani a Piazza Castello. In caso di referendum anche gli spezzini sarebbero dunque interpellati.

L'iter per bloccare la Tav
(fonte Regione Piemonte)
Il diritto dei trattati è regolato dalla Convenzione di Vienna. Adottata nel 1969, è a questa che ci si deve rifare nel caso in cui l'Italia decida di fermare la Torino-Lione, per la cui realizzazione Italia e Francia hanno sottoscritto quattro accordi internazionali (1996, 2001, 2012 e 2015). L'ultimo, quello del 2015, è stato integrato con il Protocollo addizionale del 2016. Il via libera ai lavori definitivi è arrivato tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017, quando i Parlamenti italiano e francese hanno ratificato l'accordo.
Per bloccare la realizzazione dell'opera, riaprendo un iter concluso lo scorso marzo con l'approvazione da parte del Cipe del progetto di variante dei cantieri sul versante italiano, occorrerebbe dunque una nuova legge dello Stato. Il condizionale è d'obbligo perché non si conoscono precedenti poichè nella storia italiana mai prima d'ora un trattato internazionale è stato revocato. L'atto unilaterale con cui lo Stato italiano dovrebbe formalizzare il recesso andrebbe dunque individuato giuridicamente.
Prima di quest'ultimo atto, la Convenzione di Vienna stabilisce che, nel caso di decisione unilaterale di sospensione dell'accordo internazionale, l'intenzione debba essere notificata all'altra parte. In caso di disaccordo, il contrasto verrebbe regolato da un arbitrato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


A un eventuale referendum sulla Tav Torino-Lione votereste...


Notizie La Spezia










A un eventuale referendum sulla Tav Torino-Lione votereste...































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News