Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Agosto - ore 08.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Aggregazione, Acam chiede la sostituzione di 40mila contatori in 5 anni

I criteri di valutazione dell'azienda, con tanto di richieste minime: sostituzione dei misuratori, differenziata al 75 per cento, tariffa puntuale per il 90 per cento degli utenti, almeno 90 chilometri di tubazioni idriche nuove e sconti in tariffa.

Aggregazione, Acam chiede la sostituzione di 40mila contatori in 5 anni

La Spezia - Scadrà il 22 maggio il termine per presentare la manifestazione di interesse per l'aggregazione con il gruppo Acam. L'azienda di Via Picco ha pubblicato ieri sul suo sito (clicca qui) e sulla Gazzetta ufficlae l'avviso pubblico per l'individuazione di un operatore economico per l’attuazione della procedura trasparente di aggregazione societaria ed industriale.

Nella documentazione, oltre al piano industriale i cui contenuti sono stati presentati in commissione e in consiglio comunale (clicca qui), sono presenti i criteri di valutazione delle offerte che perverranno alla multiutility spezzina, suddivisi tra quelli di stampo tecnico, che peseranno per un massimo di 60 punti, e quelli di tipo economico, che garantiranno un punteggio massimo pari a 40. Per la stesura della graduatoria sarà seguito un metodo aggregativo compensatore spiegato nel dettaglio nella documentazione.

Criteri di valutazione tecnica
I parametri di valutazione tecnica sono suddivisi secondo l'impatto che avranno nelle società del gruppo: Acam Acque, Acam Ambiente e Acam spa e Centrogas.
Per quanto riguarda il servizio idrico integrato spiccano la volontà di ridurre le perdite d'acqua nelle reti e saranno assegnati 4 punti in base al numero di chilometri di rete sostituiti nei primi 8 anni di gestione (con un minimo di 90 chilometri), e l'obbiettivo di adeguare opere e impianti alle normative vigenti, attribuendo 4 punti a seconda del numeri di abitanti equivalenti adeguati/collegati ex novo nei primi 8 anni di gestione, partendo da una base di 74mila.
Le migliorie al sistema fognario saranno perseguite con un massimo di 3 punti da conferire al partner che si impegnerà a realizzare o sostituire il maggior numero di chilometri di rete nei primi 8 anni, oltre ai 55 richiesti come dato minimo.
Grande attenzione sarà richiesta alla sostituzione dei contatori che dovrà avvenire per almeno 40mila dispositivi nell'arco dei primi 8 anni: saranno assegnati 4 punti a chi garantirà di poter andare maggiormente oltre.
Infine per Acam Acque viene richiesto il rinnovo del parco mezzi aziendale (che vale 1 punto) e un piano di riduzione dei consumi energetici, per un valore massimo di 3 punti.

Parte invece dall'incremento e dalla valorizzazione della raccolta differenziata la valutazione delle proposte inerenti il ciclo dei rifiuti e Acam Ambiente.
Alla percentuale di raccolta differenziata che sarà garantita entro il quinto anno di gestione, con un valore minimo del 75 per cento, verranno attribuiti 2 punti, così come alla strategia di valorizzazione della raccolta.
Rientra tra i temi presi in considerazione anche il potenziamento e l'ottimizzazione del sistema di raccolta porta a porta con focus sulla raccolta del vetro e sull'ottimizzazione del decoro urbano. Pertanto vengono conferiti 2 punti in base alla percentuale di utenze servite dalla raccolta porta a porta per il vetro (oppure porta a porta integrale) entro il quinto anno di gestione, con una soglia minima del 90 per cento.
Vengono inoltre richieste la costruzione e la gestione di almeno 9 centri di raccolta nei primi cinque anni di servizio, con 2 punti che saranno assegnati a chi si impegnerà ad andare oltre.
Riceverà 2 punti chi proporrà una revisione del modello di pulizia stradale e ottimizzazione delle fasi afferenti lo spazzamento, lavaggio e manutenzione delle aree verdi.
Sempre entro il quinto anno di gestione Acam Ambiente richiede un minimo del 90 per cento di utenze con tariffazione puntuale, e per l'aspirante partner che garantirà di avvicinarsi maggiormente alla totalità degli utenti sono messi in palio 3 punti. Un punteggio pari a 4 viene infine assegnato per le ottimizzazioni gestionali, a metà tra il rinnovo del parco automezzi e l'incremento della qualità dei rapporti commerciali con gli utenti.

Maggiore sarà il numero di anni di mantenimento delle società Acam Acque e Acam Ambiente oltre ai cinque previsti, maggiori saranno le possibilità di ottenere 3 punti per le aziende che si presenteranno per l'aggregazione.
Solo 2 punti vengono invece assegnati per il mantenimento delle dimensioni provinciali del personale non operativo e per il superamento degli esuberi.
Tre sono invece i punti che saranno affidati per una struttura di governance che consenta di realizzare l’obiettivo di assicurare ai Comuni soci di Acam la partecipazione alle decisioni strategiche sui servizi erogati nel loro territorio.
Da ultimo, tra i criteri tecnici, figura quello dello sviluppo dell'attività di vendita di gas, energia elettrica e altri servizi.0

Criteri di valutazione economica
Nelle pagine che riguardano gli aspetti economici più della metà dei punti a disposizione sono connessi all'entità del concambio azionario relativo al valore attribuito al gruppo spezzino: chi, con un rialzo minimo di 1 milione di euro, offrirà di più dei 58 milioni di euro che corrispondono alla stima di Acam, riceverà 22 dei 40 punti a disposizione nel computo degli aspetti economici.
Il resto del punteggio sarà raggiungibile, per quanto riguarda Acam Acque, con "risorse finanziarie aggiuntive, da apportarsi in qualsiasi forma tecnica non imputabile a capitale sociale, atte a garantire l’equilibrio economico e finanziario negli anni 2020-2024 in ragione di una equivalente riduzione dell’impatto tariffario generato dall’ammortamento finanziario in tariffa (o altre forme possibili future di riequilibrio/perequazione a carico della tariffa)". Si parte da un minimo di 10 milioni di euro e si prevede un massimo di 7 punti.
La percentuale di sconto sul costo medio ponderato del capitale di Acam Acque (quale somma di oneri finanziari, time lag, oneri fiscali, ovvero di variabili alternative derivanti da future modifiche normative) deliberato da Aeegsi per il periodo regolatorio in cui la disponibilità finanziaria sarà effettivamente erogata garantirà 5 punti, con una riduzione minima richiesta del 50 per cento.
Stessa valutazione di 5 punti per la minimizzazione dei costi in tariffa di Acam Acque e di 1 punto per la minimizzazione dei costi in tariffa di Acam Ambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure