Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Agosto - ore 23.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Addio a Gianfranco Messina che scioccò Genova scegliendo La Spezia

Addio a Gianfranco Messina che scioccò Genova scegliendo La Spezia

La Spezia - Scelse La Spezia, dopo aver rotto con l'ambiente portuale genovese, nei primissimi anni Novanta facendo grande rumore nel mondo economico ligure. Se n'è andato alla soglia degli 82 anni Gianfranco Messina, da fine anni Sessanta capo azienda del gruppo Messina con la carica di presidente e negli ultimi anni consigliere delegato e figura di riferimento del gruppo e della famiglia. Era un di "quelli che non hanno bisogno di essere simpatici, che non intrecciano relazioni sociali, che non aspettano gli anni del tramonto per dire ciò che pensano e che magari hanno celato nel cuore e nella mente per tutta una vita. C’è chi lo ha definito un leone sempre pronto a ruggire; chi un gladiatore; chi una roccia. C’è chi lo ha detestato cordialmente, chi lo ha stimato e gli ha voluto bene in silenzio, con la stessa schiva riservatezza che lui applicava ai rapporti umani. Di lui forse si potrebbe dire una sola cosa: era un uomo", lo ricorda una nota.
Di Gianfranco Messina molti ricordano le battaglie. Per lui non esisteva mediazione. Se una cosa era sbagliata, un comportamento era scorretto, non valeva la pena di organizzare riunioni o confronti. Era sempre e comunque battaglia. Era accaduto contro la flotta di Stato, la Finmare, che faceva dumping perché intanto “pagava Pantalone”. Una lunga battaglia contrappuntata dagli scontri all’arma bianca con Michele La Calamita, storico amministratore della flotta di preminente interesse nazionale, dalle lettere di fuoco in cui si denunciava lo spreco del denaro pubblico dell’Iri e da una lunga e ininterrotta serie di azioni legali.

Lo era stato con i competitors che con noli stracciati distruggevano mercati floridi come quello del West Africa. Lo era stato in epiche battaglie contro operatori che avevano tradito i patti e che venivano considerati alla stregua di disertori. Lo era stato con il Consorzio del porto di Genova ai tempi del clamoroso trasferimento di navi e uomini sulla Spezia. Scorrendo in internet su Gianfranco Messina si trovano solo poche citazioni. Non amava giornali e giornalisti; detestava le serate mondane; l’habitat di questo leone erano la sua scrivania, le navi e la famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure