Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 25 Ottobre - ore 22.41

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Acqua ad hoc fa... buon vino

Da Levanto alle Cinque Terre, passando per la Val di Vara e raggiungendo i Colli di Luni: ormai completata la vendemmia nel territorio provinciale spezzino: annata soddisfacente.

Come è andata
Acqua <i>ad hoc</i> fa... buon vino

La Spezia - Sole a volontà ed acqua dal cielo al momento giusto. Ecco il segreto di una buona vendemmia. Come quella attuale, che si avvia ormai a conclusione.
I primi a procedere alla raccolta dell’uva, a inizio settembre, sono stati contadini di Levanto, staccando le uve bianche e rosse destinate ai rispettivi passiti con marchio DOC. Subito dopo, nelle Cinque Terre, sono stati staccati i grappoli delle uve bianche albarola, bosco e vermentino che, passite, produrranno il tanto decantato “sciacchetrà”. Poi è toccato alle uve delle coste di Sèra di Riomaggiore, di Campu di Manarola e di Posa di Volastra, che formano un bianco speciale. In seguito, la vendemmia generale.

Decisamente soddisfatti i vignaioli di Levanto, i quali la scorsa stagione subirono perdite notevoli a causa di avverse condizioni meteo a tarda primavera. Tolte le uve per i due passiti, si è proceduto alla raccolta, seguita dall’enologa Laura Cugini, delle bianche di qualità vermentino nei poderi della Coop Agricoltori Vallata di Levanto ed in quelli dei soci che alla cantina sociale conferiscono il proprio prodotto. Il presidente della Coop, Giancarlo Bettinotti, sottolinea il buon risultato sia produttivo che qualitativo e confida nel felice esordio di un rosato, a suo avviso destinato a farsi tanta strada.
In territorio di Framura, pienamente appagati i titolari dell’agriturismo Foce del Prato, Luciano e Rosanna Bennati, che da un esteso vigneto (compreso in area Doc Vallata di Levato) ricavano uve bianche vermentino, bosco ed albarola ed uve rosse merlot, sangiovese e ciliegiolo. In un altro sopra la frazione di Costa, in felice posizione ed in faccia al mare come a Foce del Prato, viene coltivato esclusivamente il vitigno vermentino. Vanto della casa un passito di solo merlot.

Dai Colli di Luni alla Val di Vara, infine, la vendemmia si mostra generosa, pur in presenza (Val di Vara) di casi sporadici di patimento dell’uva dovuto agli effetti dell’oidio nei luoghi più umidi. Sulle alture di Sesta Godano, Ivano De Nevi, con vigneto biologico a Cornice, lo scorso anno subì pesanti danni arrecati dai cinghiali. Quest’anno le recinzioni stanno reggendo egregiamente, per cui potrà riempire le botti. Le maggiori soddisfazioni gliele procurano il vermentino, il sauvignon e il merlot.

L.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News