Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 29 Giugno - ore 10.57

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Un cinque stelle in città? Meglio quattro stelle fuori"

Il numero uno di Federalberghi, Abramo Prandi, sull'inizio di stagione: "Se il caldo continuerà, prevediamo un +10% di prenotazioni. Oggi i clienti vogliono anche piscina, wi-fi e magari la palestra".

`Un cinque stelle in città? Meglio quattro stelle fuori`

La Spezia - Manca ancora qualche giorno all’inizio dell’estate, almeno secondo il calendario, ma le temperature roventi degli ultimi giorni, abbondantemente al di sopra delle medie stagionali, già fanno venire ai turisti, ma anche agli spezzini, voglia di vacanza. Di sole e di mare in particolare. Ecco quindi che le spiagge si popolano di bagnanti, che approfittano del weekend e del bel tempo per concedersi qualche giorno di relax. Tocca ad Abramo Prandi, presidente provinciale di Federalberghi, fare un punto su questo inizio di stagione estiva 2017.

Prima metà di giugno: l’estate, viste le temperature, sembra già una realtà da due mesi. Quanto ha influito sull'attività degli albergatori?
"In realtà, le prenotazioni già c’erano. Non abbiamo riscontrato un aumento sensibile, siamo nella media dello scorso anno. È anche vero che è troppo presto per fare previsioni del genere. Possiamo però stimare un probabile aumento del 10% se le temperature continueranno ad essere così elevate: magari le persone non prenotano solo per il weekend, ma si trattengono qualche giorno in più; a volte basta un giorno di pioggia e i turisti scappano".

Esiste una richiesta di posti letto superiore a quelli esistenti?
"Sì, soprattutto durante il fine settimana: il sabato è molto difficile trovare una camera, dal momento che la richiesta è più alta della disponibilità, anche perché le scuole sono chiuse. Va anche detto però che il 90% dei turisti prenota con almeno 4-5 giorni di anticipo: se un cliente ha intenzione di andare in vacanza il sabato, prenota, ad esempio, il lunedì o il martedì in modo da trovare una camera disponibile".

Il cliente degli anni ’10 cosa preferisce di più tra i servizi?
"Direi la piscina. Altri servizi ormai sono dati per scontati. Uno di questi è il wi-fi, richiestissimo sia dai turisti italiani che stranieri. Poca richiesta anche per la palestra, a causa delle alte temperature".

Manca, secondo lei, un albergo di lusso in città?
"Certo, ma non in città: forse a Lerici e dintorni. Migliorare l’offerta alberghiera va bene per tutti, perché ne beneficia il territorio di mare. Non tanto Spezia, essendo porto e città. Si potrebbe promuovere il territorio tra Spezia, Sarzana e Ameglia con alberghi a quattro stelle, che avrebbero più mercato rispetto ai cinque stelle: questi, infatti, richiedono movimento notturno, che a Spezia non c’è. Meglio quindi un paio di quattro stelle, con 60-70 camere".

Che tipo di utenza frequenta lo Spezzino? Più italiani o stranieri?
"Fino a qualche anno fa, c’era una prevalenza di turisti italiani, soprattutto della fascia lombarda. Oggi invece è aumentato il numero di stranieri: americani, canadesi, cinesi. L’utenza italiana è calata del 20-25% a vantaggio di quella straniera. Il diverso tipo di clientela (quella straniera) non è composta da “buongustai”, come invece sono notoriamente gli italiani, perché mangiano fuori. E così ne risente la ristorazione".

Dicono che qui mancano le spiagge, ben presenti in Adriatico. Come risolvere il problema?
"La Liguria è così; le spiagge sono di ghiaia, non si possono “trasformare”. Non sarebbe nemmeno legale. Si possono però migliorare con servizi innovativi, come ad esempio la barca a vela o l’immersione subacquea. Si potrebbe poi intervenire sul triangolo Spezia-Lerici-Portovenere, aumentando le tratte dei battelli (che sono molto limitate) anche perché gli autobus sono troppo affollati. E di sicuro non è piacevole viaggiare in questo modo".

L’assenza di eventi estivi è un problema che si avverte?
"Sì, è una carenza importante. Un’offerta che manca. I giovani non sanno dove andare e cosa fare, e diventa un turismo per anziani. Anche la città potrebbe fare qualcosa, almeno un paio di eventi a settimana, e diventare un punto di riferimento per Lerici e Portovenere".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure