Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Febbraio - ore 23.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Sfrattati" per il business del turismo, gli spezzini si spostano in valle

Il punto della situazione con Renato Oldoini di Confedilizia: "Rimane il problema degli appartamenti sfitti. L'extralberghiero in 8 anni è cresciuto del 1.200 per cento".

"Sfrattati" per il business del turismo, gli spezzini si spostano in valle

La Spezia - Il business del turismo spinge chi cerca una casa fuori dal territorio comunale della Spezia. E la conferma arriva da Confedilizia e dal presidente Renato Oldoini. Le case ammobiliate a uso vacanze rappresentano un settore che fa gola a tanti spezzini che cercano di salire sul treno del turismo.
Le case vacanze richiedono un discreto investimento iniziale e in molti pensano che poi il resto venga da se. A dimostrare questo cambio di rotta sono proprio alcuni dati illustrati dal presidente di Confedilizia. Il mercato è cresciuto dal 2010 a oggi del 1.200 per cento. Nel solo territorio comunale spezzino si è passati dai 20 unità alle 816, censite all'ottobre 2017.
"Questo trend - spiega Oldoini - ha portato via un numero interessante di unità immobiliari destinati alla locazione. Chiaramente c'è difficoltà da parte dei nuclei familiari che decidono di risiedere nella città a trovare un appartamento e così i prezzi tendono a salire. Come Confedilizia abbiamo stipulato un accordo provinciale che blocca, con gli accordi in deroga, gli aumenti. La tendenza è quella di andare verso contratti 4+4 con possibilità di contrattazione".
Nonostante ci sia una corsa per la conversione delle abitazioni a uso turistico il problema degli alloggi sfitti alla Spezia rimane. "Questa mattina in Comune - ha proseguito Oldoini - siamo tornati in argomento. Il toro va preso per le corna, vanno tirati fuori gli elenchi e bisogna cercare di capire perché persiste questa condizione. Il fenomeno va analizzato in profondità. Questa mattina ho avanzato anche una serie di proposte, le case che per questioni economiche non possono essere ristrutturate direttamente dai cittadini possono passare ad Arte che a sua volta lo rigira in famiglie che cercano casa. Potrebbero esserci casi di nuclei che eseguono i lavori e al tempo stesso subentrano nella casa sfitta".
"Di 1600 appartamenti sfitti censiti negli anni precedenti - aggiunge Oldoini - pensiamo che molti siano sono stati convertiti in strutture extralberghiere in generale. Questo per me è l'auspicio".
Se non si trova un appartamento da affittare dove vanno a finire gli spezzini? La media e bassa Val di Vara diventano le nuove zone di residenza per gli spezzini. "Bolano, Follo - conclude Oldoini - e la Val di Magra sono le aree in cui si trasferiscono maggiormente le famiglie. Si sta assitendo in particolar modo alla crescita di residenti in questi Comuni e territori".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News