Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Settembre - ore 18.53

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia
59,59%
36,55%
1,74%
0,72%
0,56%
0,27%
0,21%
0,17%
0,11%
0,08%
Ultimo aggiornamento: 21/09/2020 18:56:04 Sezioni 110 di 1795

"Politica segua sindacati, non chi fa promesse. Non si scherza sugli Oss"

Lo chiedono a gran voce Luca Comiti di Filcams Cgil, Alessandra Guazzetti di Fp Cgil, Mirko Talamone di Fisascat Cisl, Marco Furletti di Uiltrasporti e Luciana Tartarelli di Fiasl Confasal.

"Non si scarichino le colpe solo sul passato"
"Politica segua sindacati, non chi fa promesse. Non si scherza sugli Oss"

La Spezia - “Per le organizzazioni sindacali è fuori luogo in questo momento andare alla ricerca di responsabilità passate. Chiediamo a tutta la politica di adoperarsi affinché la proposta avanzata unitariamente dal sindacato si traduca al più presto in un provvedimento di legge che dia risposte concrete ai 158 Operatori socio sanitari di Coopservice e contestualmente si evitino anche di sostenere iniziative promosse, al di fuori dei confini sindacali, da chi si professa paladino dei lavoratori ma che in realtà non li rappresenta”. Lo chiedono a gran voce Luca Comiti di Filcams Cgil, Alessandra Guazzetti di Fp Cgil, Mirko Talamone di Fisascat Cisl, Marco Furletti di Uiltrasporti e Luciana Tartarelli di Fiasl Confasal in merito alle intricate vicende che riguardano i 158 Oss spezzini.
In una nota le segreterie territoriali ripercorrono le ultime vicence: “Nei giorni scorsi abbiamo trasmesso ai Parlamentari del nostro territorio una proposta di emendamento alle vigenti norme legislative che disciplinano le modalità di reclutamento di personale nelle pubbliche amministrazioni allo scopo di garantire continuità occupazionale a tutti quei lavoratori che prestano attività nei servizi sanitari appaltati dalle aziende sanitarie locali a soggetti privati e che ,nel caso di internalizzazione, rischierebbero di perdere il proprio posto di lavoro,come nel caso dei 158 Operatori Socio Sanitari di Coopservice”.
Qualcosa però, secondo i sindacati, è andato storto: “Riscontrata la piena disponibilità di quasi tutti i Parlamentari spezzini a sostenere la proposta sindacale, al di là della appartenenza partitica,purtroppo a stretto giro sono ripresi i reciproci scambi di accuse tra i vari esponenti politici per individuare i responsabili del mancato completamento del percorso di stabilizzazione dei 158 Operatori Socio Sanitari di Coopservice”.

(foto: repertorio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News