Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 17 Luglio - ore 21.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Piazza Cavour si apra a banchi di artigianato e prodotti tipici"

La proposta di Edoardo Vernazza, presidente di Ance giovani nel corso dell'incontro che ha incrociato le idee dei giovani sul futuro della città.

"Piazza Cavour si apra a banchi di artigianato e prodotti tipici"

La Spezia - I giovani e la città futura. Le prospettive e le idee delle nuove generazioni si sono incrociate questa mattina nell'incontro organizzato dai giovani di Ance.
Nei saluti iniziali, il presidente di Ance, Mario Gerini, ha ricordato i dieci dell'associazione e ha espresso l'auspicio che l'iniziativa della sezione giovanile possa essere "embrione di un percorso virtuoso, capace di allargare il dibattito su come rimodellare urbanisticamente la città in senso moderno. La pianificazione - ha concluso - è stato d'altronde un tema di grande attualità prima e dopo le elezioni". Il Puc, però, nel corso del dibattito è rimasto solamente sullo sfondo, senza che nessuno dei partecipanti alla tavola rotonda si addentrasse nel tema spinoso della conferma di quanto adottato poco più di sei mesi fa dal consiglio comunale.
"L'ultimo decennio è stato molto difficile - ha esordito il presidente di Ance giovani,
Edoardo Vernazza - ma non ci siamo fermati. Vogliamo essere protagonisti del futuro, guardando al mondo dell'edilizia tenendo in considerazione novità come la tecnologia e concetti come la sostenibilità". Vernazza ha dunque ricordato il documento proposto da Ance nel corso della campagna elettorale, "che puntava anche su rigenerazione urbana e riutilizzo degli edifici e del patrimonio pubblici. Le difficoltà odierne impongono di individuare risposte in tempi brevi. La politica deve fare un salto di livello culturale, anche per quel che riguarda la rapidità nel fornire soluzioni".
Il partenariato tra pubblico e privati è uno dei cardini considerati indispensabile dagli edili, che hanno sostenuto la necessità di migliorare il sistema dei trasporti e dei parcheggi con aree di interscambio e mezzi elettrici, proponendo anche di spostare gli istituti superiori cittadini nella zona nord della città (realizzando nuove strutture nell'area ex Mardichi) e consentendo così l'utilizzo di edifici pubblici di pregio come quelli di Piazza Verdi per attività di stampo commerciale, ricettivo o residenziale. E poi, come altri spunti di riflessione, percorsi ciclabili cittadini, recupero delle periferie, valorizzazione del centro storico con un nuovo arredo urbano, l'ultimazione della rete fognaria, gli interventi nell'area ex Ip da velocizzare, il futuro dell'area Enel e il waterfront. "Tutto da vedere senza pregiudizi ideologici", ha chiesto Vernazza.

Portando i saluti dell'amministrazione comunale, l'assessore ai Lavori pubblici Luca Piaggi, ha spiegato come siano già stati presi in carico progetti come "la riqualificazione di Piazza Cavour, il tunnel di Monesteroli" e ha menzionato, in tema di fognature, i prossimi investimenti per 17 milioni nei quartieri del Levante. "Mi piace il claim "La Spezia città d'Europa", anche perché dobbiamo bloccare la fuga dei giovani. E per questo ci stiamo attivando per instaurare un rapporto positivo con giovani, università e mondo associativo".

Nel dibattito moderato dal giornalista Riccardo Sottanis, per l'Ordine degli architetti ha preso la parola il giovane Jacopo Maugeri: "La pianificazione del futuro deve passare dai giovani, con concorsi di idee. Bisogna premiare i migliori, basta con il criterio delle gare al ribasso".
Del futuro del commercio ha parlato Sabrina Canese, presidente di Confcommercio giovani: "Siamo nel bel mezzo della quarta rivoluzione industriale, e il digitale impatta sui modelli di business e di consumo. Andiamo verso una economia ibrida che costringe alla crosscanalità. Per il centro cittadino ritengo possa essere utile trovare una uniformità di immagine delle vetrine".
Che sia necessario stare al passo con i tempi lo ha sottolineato anche Sara Filippetti, presidente di Confindustria giovani: "Il sessanta per cento dei giovani di oggi faranno lavoro che non esiste ancora. Occorre creare servizi innovativi ed ecosistemi digitali. E poi le infrastrutture, materiali e digitali. Presto ci sarà l'internet delle cose: le apparecchiature saranno tutte collegate alla rete. Ma serve realizzarla, questa rete".
Sulle informazioni da veicolare ai giovani ha puntato Giulia Arrabito, per Cna: Ci sono le agevolazioni, ce ne vogliono altre, ma bisogna anche comunicarle ai ragazzi. Potrebbe essere utile la creazione di un nuovo sportello rivolto a loro. Chi sa che si può fare un Erasmus per gli imprenditori? Mentre per quel che riguarda l'artigianato: deve rimanere strettamente legato alla tradizione, ma deve modernizzare il modo in cui si propone alla clientela".
Dal mondo delle cooperative si è alzata la voce di Raffaella Manucci Brunoni: "Stiamo facendo i conti con una grossa richiesta turistica, anche di una tipologia meno frenetica di quella che immaginiamo: bisogna puntare sull'artigianato e sul cibo locale, per esempio, anche in chiave turistica. Ci sono persone che cercano un turismo diverso da quello di massa. Dobbiamo valorizzare la nostra tradizione e anche presentare l'agricoltura come qualcosa che non è più come veniva percepita in passato, ma servono migliori collegamenti tra la città e la Val di Vara e la Val di Magra".
In chiusura degli interventi Vernazza ha lanciato la proposta di una "Piazza Cavour in grado di accogliere nuove attività commerciali, soprattutto legate ai prodotti locali e artigianali, per far conoscere la cultura della nostra città ai turisti. Ci vuole un'infrastruttura che lo permetta e una città che cambia anche modo di pensare".

Nel portare le conclusioni l’assessore Giorgi, fra le varie iniziative attivate a favore dei giovani, ha sottolineato la valenza del progetto sviluppato in collaborazione fra il collegio dei geometri e l’istituto Cardarelli geometri relativo alla realizzazione alla Spezia di un percorso universitario tramite l’università Uninettuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News