Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 17.13

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"La Spezia è il primo scalo per merci in importazione e contenitori"

Missione cinese per i vertici di Contship Italia. Ron Collet: "DB Schenker è un cliente abituale del terminal e la missione del gruppo è quella di essere il primo player logistico ad operare sulle tratte della Germania Occidentale e dell’Italia".

lsct c'è
"La Spezia è il primo scalo per merci in importazione e contenitori"

La Spezia - I trend macroeconomici suggeriscono che la Cina rimarrà il motore principale della crescita nel medio termine e che l’Europa continuerà a contare sugli investimenti e sugli scambi con quella che oggi è la seconda economia mondiale, allo scopo di assicurare nuove opportunità di crescita e sviluppo agli Stati Membri. Anche se non è facile prevedere gli sviluppi futuri del progetto One Belt One Road Initiative in Europa, è chiaro che le opportunità per le aziende europee coinvolte siano molteplici. Tuttavia, sarà possibile sfruttare i vantaggi della nuova rete solamente investendo nello sviluppo di infrastrutture: queste le conclusioni tratte anche dalla squadra di Senior Manager di Contship Italia che da poco hanno completato il road show 2018, visitando sei dei più grandi porti del continente Asiatico.

La delegazione, composta dai manager Paolo Califano e Peter Robino e guidata dal Direttore Marketing Daniele Testi e dal direttore commerciale Peter M. Hill ha partecipato a diverse conferenze, meeting e discussioni con i rappresentanti delle aziende leader in ambito logistico attive nel continente Asiatico: passaggi significati nei porti di Tianjin, Qingdao e Ningbo, concludendo poi gli incontri con un seminario ed una tavola rotonda tenutasi a Singapore. Nel corso della visita sono anche stati organizzati meeting a Beijing ed Hong Kong. In un momento storico come questo, in cui le supply chain globali hanno bisogno di sempre maggiore efficienza e resilienza, spedizionieri caricatori e proprietari delle merci hanno bisogno di trovare dei modi alternativi di fare entrare ed uscire le merci dall’Europa e dall’Asia, riducendo costi e tempi di transito.

Un tema costante, affrontato durante tutti gli incontri effettuati dal team, è stata la crescita dei volumi scambiati tra Cina ed Europa, con particolare enfasi sul bisogno di impiegare rotte che favoriscano transiti fluidi e puntuali, dalla quale deriva quindi la necessità di effettuare investimenti nelle infrastrutture portuali, nei terminal, nelle ferrovie e nelle reti di trasporto stradale. Altro tema interessante riguarda gli operatori logistici 3PL o 4PL – che oggi guardano al segmento della supply chain che va dalla banchina fino alla destinazione finale, come un elemento da integrare il più possibile all’interno dell’iniziativa OBOR. In ognuna delle città portuali nelle quali il Gruppo ha tenuto incontri, è infatti emersa l’opportunità di collegare il network Contship con la rete infrastrutturale direttamente appartenente al progetto One Belt One Road, offrendo un mix efficiente di servizi di trasporto marittimo, di operazione terminalistica e collegamenti ferroviari.

Contship Italia ha discusso con gli ospiti anche il dettaglio degli investimenti in corso presso terminal della Spezia, sottolineando il fatto che il gruppo persegue da tempo una mission orientata a realizzare investimenti strategici per lo sviluppo futuro, guardando con attenzione anche all’iniziativa Belt and Road. Per offrire un assaggio dello spirito del bel Paese, è stata infine offerta ai clienti del terminal gateway LSCT, la possibilità di partecipare ad un evento speciale, organizzato a Singapore, nel corso del quale è stata organizzata una tavola rotonda ed una degustazione di vini italiani.
Tra gli invitati erano presenti Tan Hua Joo, Executive Consultant di Alphaliner Research Services e Ron Collett, Direttore di LCL Asia Pacific Region di DB Schenker, uno dei maggiori player in ambito logistico e del trasporto.

Tan Hua Joo ha presentato una sintesi di quelle che sono le attuali strategie delle linee di navigazione che servono i principali hub marittimi Asiatici e che scalano i porti della Spezia e del sud Europa. Ron Collett ha invece commentato che "DB Schenker è un cliente abituale del terminal della Spezia e che la missione del Gruppo è quella di essere il primo player logistico ad operare sulle tratte della Germania Occidentale e dell’Italia". Collett ha spiegato inoltre che il Gruppo DB Schenker è presente in 54 stazioni CFS APAC, con servizi che almeno una volta a settimana collegano la Germania (Amburgo) e l’Italia (Milano) – con soluzioni competitive a livello di prezzo, frequenza dei servizi e tempi di percorrenza. Il direttore ha aggiunto che sono presenti tre collegamenti giornalieri con Milano e che il capoluogo lombardo è il punto principale di deconsolidamento per le merci in arrivo in Italia: l'80% di questi volumi sono poi ridistribuiti nel nord della penisola. La Spezia è solitamente il primo scalo per le merci in importazione ed i contenitori, rispetto ai porti concorrenti, sono disponibili quasi subito dopo lo sbarco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News