Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 25 Maggio - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Giusto finanziare gli alberghi che fanno gli alberghi, ma non la norma retroattiva"

federalberghi sulla proposta della lega
"Giusto finanziare gli alberghi che fanno gli alberghi, ma non la norma retroattiva"

La Spezia - La Regione Liguria non erogherà contributi per lo sviluppo del turismo alle imprese ricettive che negli ultimi tre anni hanno ospitato migranti. La misura è contenuta infatti nella proposta di legge della Lega approvata da Piazza De Ferrari con 16 voti a favore, l'intero centrodestra, e 11 contrari, l'opposizione tutta formata da Pd, M5S e Rete a Sinistra-LiberaMente Liguria). Una norma che esclude insomma dai contributi per la riqualificazione turistica gli alberghi e gli ostelli che hanno firmato le convenzioni del sistema Sprar. La notizia ha destato un fiume di polemiche e ha fatto letteralmente il giro d'Italia, così Federalberghi ha deciso di entrare nel merito, ufficializzando la propria posizione: "E' un problema complesso, che richiede soluzioni ponderate - ha detto Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi, in rappresentanza anche della realtà spezzina - Lo dico soprattutto a chi sta affrontando l'argomento sui social network con toni da cori da stadio, a sostegno dell'una o dell'altra tesi. Non è un tema su cui ci si deve dividere in fazioni, occorre capire ciò che è meglio per
il Paese e per l'economia turistica".

Secondo Nucara "è giusto che i finanziamenti destinati agli alberghi vadano agli alberghi, quelli per le case di riposo alle case di riposo, quelli per i centri d'accoglienza ai centri d'accoglienza, e così via. Mentre ci convince meno l'ipotesi di una riclassificazione d'ufficio, per di più a posteriori, con efficacia retroattiva, che sostanzialmente dice: se
ieri hai ospitato migranti oggi non sei più degno di essere considerato un albergo, non hai più le caratteristiche della struttura ricettiva che può concorrere a parità con gli altri alle opportunità che la regione mette a disposizione di chi fa impresa. Il direttore di Federalberghi ha ricordato che "si tratta di aziende che hanno operato in accordo con lo Stato e su richiesta dello Stato, stipulando una convenzione con la Prefettura. Ragion per cui - ha concluso Nucara -
Federalberghi invita tutti a un confronto sereno, nel rispetto del principio sacrosanto che la regione porta avanti e che noi condividiamo, cioè far sì che le risorse destinate allo sviluppo del turismo siano impiegate effettivamente in questa direzione. Ma evitando di tagliare i problemi con l'accetta e di far danni penalizzando le strutture che hanno l'unica colpa di aver risposto positivamente ad una richiesta dello Stato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News