Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Aprile - ore 22.18

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Facciamo germogliare il turismo innovativo", è corsa ai finanziamenti

Il bando della Regione da 700mila euro presentato in Camera di commercio: "Clic day il 16 aprile, prestiti fino a 50mila euro".

CARTA UGUALE ERRORE
"Facciamo germogliare il turismo innovativo", è corsa ai finanziamenti

La Spezia - Scatterà il prossimo 16 aprile il clic day del bando regionale per l'attivazione e lo sviluppo di servizi turistici innovativi. Finestra attiva dalle 8.30 alle 17.30, ma niente ansie: chi primo arriva meglio alloggia, va bene, ma il 16 un invio della domanda in mattinata equivarrà come tempistiche a un invio pomeridiano. Il bando è stato presentato oggi pomeriggio in Camera di commercio dai funzionari della Regione. Assente l'assessore al turismo Gianni Berrino, bloccato a Genova dalle pratiche politico istituzionali. “Oggi parliamo di un finanziamento atteso, che può far germinare sviluppo innovativo”, ha esordito Davide Mazzola, in rappresentanza dell'ente camerale, di fronte a una Sala Marmori affollata da operatori del settore e puntellata dagli assesori al turismo dei principali comuni spezzini: Asti per il capoluogo (altrsì presente il suo predecessore Erba), Nardone per Lerici, Italiani per Sarzana, affiancato da Gianluca Giannecchini, l'esperto in materia di fresco reclutato da Palazzo civico. In prima fila accanto ai colleghi del centrodestra anche il consigliere regionale e comunale Andrea Costa.

“Questo bando – ha affermato il funzionario Simone Torello – è una versione semplificata di quello del 2017 e mette a disposizione più fondi, passando da 500 a 700mila euro. Inoltre, rispetto a due anni fa, non sono richieste garanzie bancarie, punto che aveva creato problemi, soprattutto alle stratup. Occorre tuttavia dimostrare di avere liquidità pari al 20 per cento di quanto richiesto”.
Il bando prevede finanziamenti a tasso agevolato con rientri in cinque anni da un minimo di 10mila euro a un massimo di 50mila euro. I beneficiari ammissibili sono le singole imprese o altri soggetti economici che condividano il progetto con almeno altri due partner, oppure le reti di imprese-soggetto e i consorzi già costituiti. Non possono essere beneficiarie dirette le aziende agricole, ma possono rientrare comunque nella partnership di progetto. “Importante far capire che il mondo agricolo non è escluso, anzi. Del resto un turismo che contempli vigne, frantoi, mitilicoltura va in quella direzione esperienziale strategica per l'innovazione”, ha precisato Torello, covinto che “la Liguria ha enormi potenzialità inespresse e la Regione vuole stimolarle”.

“Lo Spezzino è l'area più vivace della Liguria, il picco del turismo è qui – ha detto il funzionario Elena Magni -. Con questo bando favoriremo l'aggregazione non solo tra privati ma anche tra privati, pubblico e parapubblico, valorizzando il territorio, le nuove imprese e le iniziative dei giovani”. Antonella Migliazza ha spiegato che il finanziamento può coprire – salvo il tetto dei 50mila euro – fino all'80 per cento dei progetti ricordando che ai fini della presentazione serve una lettera di endorsement da parte di una delle associazioni di categoria presenti nei consigli camerali. “Le domande - ha precisato – potranno essere inoltrate fino al 16 luglio e soltanto online alla sezione bandi del sito di Filse. Dal 2 aprile sarà possibile compilare bozze offline”.

Sulle modalità di presentazione si è soffermato anche Andrea Storace: “Qualche realtà è ancora perplessa per l'impossibilità di fare domanda in via cartacea, ma progressivamente ci si sta rendendo conto di come sia la via migliore. Quando c'è la possibilità di invio cartaceo il tasso di rigetto per errori è del 30-35 per cento, con l'online siamo sul 10-15. E attenzione: è necessario che il legale rappresentante (o un suo delegato, allegando la procura, ndr) firmi la domanda digitalmente, ma purtroppo il sistema non è in grado di accorgersi se la firma è scaduta o sospesa. Necessario quindi controllare lo stato della firma per non avere brutte sorprese”. L'iniziativa si è chiusa con le richieste di chiarimenti da parte degli imprenditori in sala e con una relazione a tema digital marketing a cura dell'esperta Elisa Maffei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News