Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Settembre - ore 22.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Concorso Oss deve tenere conto dei servizi svolti. Siamo pronti a tutto"

Ghiglione, Comiti e Lombardo: "Lavoratori vanno stabilizzati. Abbiamo un pool di avvocati e non ci tireremo indietro. Serve dialogo con la Regione".

"Da un anno e mezzo diciamo le solite cose"

La Spezia - L'unica soluzione per gli Oss spezzini è un concorso ma dovrà tenere conto del servizio svolto. Altrimenti Cgil è pronta con un pool di avvocati specializzati, sia nel settore amministrativo che in quello delle cooperative, per intraprendere vie legali. E non è finita qui: potrebbero seguire picchetti e scioperi.
Sono queste, in sostanza le azioni annunciate dal sindacato per l'eterno dilemma degli Oss di Coopservice. Centocinquantotto persone che dovrebbero essere internalizzate in Asl 5 ma che di fatto, da quando si è aperta la prospettiva del concorso vivono con il fiato sospeso. A ripercorrere l'intera vicenda, questa mattina alla Camera del lavoro di Via Bologna alla Spezia, sono stati Lara Ghiglione segretario generale, Luca Comiti di Ficams e Daniele Lombardo di Fp Cgil.
Una situazione complessa, quella degli Oss, che però parte quattro anni fa. "All'epoca avevamo già espresso le nostre preoccupazioni - ha spiegato Ghiglione - alla Regione. L'internalizzazione di questi lavoratori era una buona notizia ma un concorso aperto a tutti non era la strada giusta. Dopo un periodo di silenzio totale e di disinteresse da parte delle istituzioni, da un anno e mezzo, si è ricominciato a discutere sul tema. Il concorsone non è la risposta perché questi lavoratori hanno già il loro posto, anzi possiamo dire con certezza che i posti messi a disposizione all'interno dell'Asl non sono sufficienti. Ne servirebbero altri 70 per garantire un servizio dignitoso. Chi ha lavorato fino ad ora ha fatto delle rinunce, non si è mai tirato indietro facendo anche straordinari importanti".
In breve, in un anno e mezzo, sono state bocciate una serie di strade risultate non praticabili per le assunzioni. "Ogni percorso intrapreso - ha spiegato Ghiglione - portava ad un concorso. La società in house sembrava una via da seguire ma anche in questo caso, come specificato dalla Corte dei Conti, era necessario un concorso. L'ultimo spiraglio si è aperto con degli emendamenti presentati dai parlamentari Gagliardi, Paita, Pastorino e Fornaro. Uno di questi è passato e nonostante tutto bisogna passare da un concorso. Lo dice la Costituzione. Anche se non ci sono alternative possiamo comunque indirizzare la procedura, che sarà complicatissima, per la compilazione del bando. E' chiaro che però la Regione debba sedersi a un tavolo con noi e ascoltare ciò che abbiamo da dire. Chiederemo anche a Coopservice di partecipare a questo percorso. Altrimenti siamo pronti a tutto per far valere i diritti di questi lavoratori".
Luca Comiti e Daniele Lombardo hanno aggiunto: "Il primo tavolo è stato convocato a marzo 2019. E' un anno e mezzo che chiediamo le solite cose per dare garanzie agli operatori sociosanitari. Un concorso generico non era possibile e avrebbe messo a rischio il posto di queste persone. C'è una linea da seguire, dei paletti e con un lavoro di concerto di può andare avanti. Noi non stiamo facendo alcun attacco politico e non tolleriamo operazioni a fini elettorali. Solo con il dialogo costruttivo si può andare avanti".
Per Cgil ci sarebbe un'altra soluzione: "Altre amministrazioni pubbliche sono riuscite a internalizzare è il caso degli Lsu (lavoratori socialmente utili, NdR). La prospettiva si è aperta con l'emergenza Covid e il Dl Rilancio. Si dovrebbe poter adottare lo stesso modello di assunzione. Serve però il confronto con tutti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News