Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Novembre - ore 19.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"A luglio il turismo è cresciuto nonostante i Mondiali"

Intervista ad Asti, assessore al Turismo del Comune della Spezia: "Buoni riscontri in termini di destagionalizzazione e tempo di permanenza nelle strutture ricettive. Procediamo su questa strada insieme alle associazioni e agli operatori".

"Presto la Dmo sarà pronta"
"A luglio il turismo è cresciuto nonostante i Mondiali"

La Spezia - La strada da fare prima di diventare una destinazione turistica affermata sembra ancora molta, ma i numeri stanno premiando chi ha scelto di investire nell'industria del forestiero, come si chiamava una volta. Alberghi, bed and breakfast, affittacamere, pizzerie e ristoranti hanno dunque visto ancora una volta crescere il numero dei clienti, almeno stando ai dati raccolti nei primi sette mesi dell'anno nei quattro comuni rappresentativi della provincia spezzina: La Spezia, Lerici, Levanto e Monterosso (leggi qui). Numeri che fotografano un totale provinciale in attivo sia negli arrivi (+2,85 per cento) che nelle presenze (i pernottamenti, + 0,53 per cento) nonostante un mese di luglio con il segno meno (rispettivamente -0,68 e - 1,73). E il calo del settimo mese dell'anno è generalizzato, anche se sia il capoluogo (+ 3,17 e +5,58) che Levanto (+2,29 e +2,3) e Monterosso (+2,05 e +3,76) restano al di sopra del punto di pareggio. Ha il segno meno, invece, il dato lericino, dove gli arrivi scendono dello 0,7 e le presenze dell'1,83. La somma parziale annuale, come dicevamo, rimane però positiva per tutti i comuni presi in considerazione.
Cifre, scostamenti e interpretazioni sui quali abbiamo deciso di interpellare l'assessore al Turismo del Comune della Spezia, Paolo Asti.

I numeri dicono che la città è sempre di più il punto di riferimento per quanti scelgono di visitare il territorio, con una presumibile attenzione particolare per le Cinque Terre. La crescita è sostanziosa e anche il tempo di permanenza sta aumentando. Quali meriti rivendica l'amministrazione comunale?
"Abbiamo iniziato un anno fa un lavoro puntuale che sta portando i primi risultati. Mentre la crescita di altri si arresta o mostra un’inversione di tendenza, questo non accade per il Comune della Spezia che invece vede in segno positivo i propri numeri. E’ un lavoro di squadra che premia l’impegno degli operatori del settore e che smentisce tutti quelli che avevano previsto un calo delle presenze in virtù dell’aumento della tassa di soggiorno. Nei giorni scorsi abbiamo svolto un primo importante incontro con Rete imprese Italia sul tema del turismo e sull'impiego della tassa di soggiorno da parte del Comune che giudico estremamente positivo. Nei prossimi giorni incontreremo gli operatori rappresentati da Confindustria e poi con gli uffici prepareremo il protocollo di intesa con le categorie previsto alla firma del Patto per il Turismo da parte del sindaco Peracchini".

Il mese di luglio ha fatto registrare aumenti più contenuti rispetto ai precedenti in tutti i comuni spezzini di riferimento e a Lerici una leggera flessione. Come si spiega questo dato?
"Insieme agli operatori lo avevano previsto. Credo che incrociando i dati di mezza Europa arriveremo alla stessa risposta: i Mondiali di calcio in Russia hanno portato in quel Paese oltre tre milioni di tifosi - turisti provenienti da tutto il mondo che inevitabilmente hanno compiuto una scelta su quale viaggio compiere in un determinato periodo della stagione, scegliendo di assistere ai Mondiali di calcio hanno escluso altre destinazioni dalle loro mete e anche il nostro territorio ne ha pagato le conseguenze".

Negli anni scorsi la crescita del turismo nella provincia spezzina e in città è stata vertiginosa. Ora si va verso la stabilizzazione con performance che rimangono comunque ottime. Come fare a rendere strutturale questo fenomeno?
"La crescita non può essere sempre esponenziale in termini percentuali anche perché in termini numerici assoluti prima o poi si arriva a saturare l’offerta ricettiva. Abbiamo avuto riscontri molto positivi per il primo trimestre, quello che solitamente è caratterizzato da una presenza estremamente ridotta, dimostrando così di aver compiuto un primo passo verso la destagionalizzazione. Ma il risultato più importante è quello di crescita in termini di presenza che rappresenta un obiettivo ben più importante del numero di arrivi. I dati indicano che stiamo perseguendo con grande determinazione, anche grazie anche alla nascita di numerosi consorzi che stanno facendo un ottimo lavoro anche in termini di promozione, l’obiettivo di ridurre al minimo il turismo mordi e fuggi magari in transito avendo come meta le Cinque Terre".

Da tempo non si parla della Dmo. E' stata definita la forma della struttura? Quando inizierà l'attività vera e propria di promozione e sviluppo turistico?
"E’ un obiettivo del programma del sindaco Peracchini fin dalla campagna elettorale, lo abbiamo posto come punto fondamentale nel programma di governo e votato in consiglio comunale nello strumento attuativo. Ora gli uffici stanno definendo gli ultimi aspetti di natura tecnico legale per arrivare al più presto alla concretizzazione del progetto che dovrà passare attraverso il consiglio comunale. Del resto sono state tutte le associazioni di categoria, da Confindustria a Lega delle cooperative, nessuna esclusa, a scrivere a tutti i Comuni, anche quelli che non hanno aderito nella fase iniziale, di sostenere la scelta della Dmo. Gli operatori hanno convenuto che la Dmo sia sostenuto dalla tassa di soggiorno rientrando in quel 60 per cento di spesa concordata tra loro e l’amministrazione così come previsto dal Patto del Turismo sottoscritto tra i singoli Comuni che vi hanno aderito e la Regione Liguria. Si tratta dunque di realizzare uno strumento operativo che è stato prima pensato dal Comune della Spezia e poi ha convinto dagli operatori".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News