Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Agosto - ore 12.09

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Uno dei ragazzi di Don Milani: "La sua lezione ancora attuale"

Uno dei ragazzi di Don Milani: "La sua lezione ancora attuale"

La Spezia - Agostino Burberi, uno dei primi sei ragazzi della scuola di Barbiana, ha ricordato la figura di don Lorenzo Milani a cinquant’anni dalla morte, incontrando al mattino i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Statale n. 1 -presso l’Auditorium della Scuola Media Jean Piaget- e al pomeriggio i partecipanti all’incontro al Cinema Il Nuovo, dove è stato proiettato il film di Alessandro D’Alessandro “Barbiana ’65. La lezione di Don Milani”. L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione Culturale Mediterraneo, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale n. 1 e con Il Cinema Il Nuovo.
“Don Milani -ha raccontato Burberi- arrivò il 7 dicembre 1954, in un paesino di montagna senza strada, senza luce, senza acqua nelle case. Barbiana non doveva più avere il prete, per la scarsità dei suoi abitanti, solo 130. Il prete arrivò perché la Chiesa fiorentina voleva punire don Milani: in questo modo ci fece un regalo straordinario. A cinquant’anni dalla morte è venuto il Papa a rendergli omaggio, riconoscendo l’errore”. “Io avevo otto anni, facevo la terza elementare -ha continuato Burberi- con don Milani feci anche la scuola media, una scuola professionale per imparare a usare il legno e il ferro, ma anche una scuola dove leggevamo la Divina Commedia, imparavamo le scienze, le lingue, leggevamo i giornali… Una scuola della vita, che allenava alla discussione e ad essere pari a tutti nella vita”.

Oggi, ha concluso “il ragazzo di Barbiana”, la società è cambiata, ma “Barbiana c’è ancora”, è il luogo dei ragazzi immigrati e di quelli più poveri. Don Milani ci lascia alcuni insegnamenti ancora di grande attualità: innanzitutto la consapevolezza che “la differenza tra ricchi e poveri si supera anche con la cultura”, poi “lo sforzo di non essere mai superficiali, di approfondire, di chiedersi sempre il perché”, infine “l’impegno per la responsabilità personale, per essere sovrani di noi stessi, autonomi, capaci di autogovernare le nostre vite”.
All’incontro nella scuola Piaget la dirigente scolastica Maria Torre ha annunciato che l’Istituto Comprensivo Statale n. 1 ha avviato l’iter per intitolazione a don Lorenzo Milani. Hanno partecipato, tra gli altri, il Provveditore agli Studi Roberto Peccenini, il Vescovo Mons. Luigi Ernesto Palletti e il Presidente dell’Associazione Culturale Mediterraneo Giorgio Pagano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News