Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 17.13

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Una provincia con più Tarkovskij e meno Cinque Terre | Video

Online il video del singolo 'Non c'è più degenza', dall'Ep 'Casa dentro', nato dalla collaborazione tra Mitilanti e Michele Mascis.

testo di alfonso pierro
Una provincia con più Tarkovskij e meno Cinque Terre

La Spezia - Fortezze abbandonate e invase dai rampicanti, paludi, cumuli di ghiaia e canneti distrutti dalle fiamme. 5 minuti, è questa la durata del video del singolo “Non c’è più degenza” pubblicato su YouTube, il primo video dell’album “Casa Dentro”, un EP nato dalla collaborazione del gruppo di poeti spezzini Mitilanti e la musica elettronica di Michele Mascis che il 15 dicembre, alle 18, torna alla Galleria Quintino Sella (rifugio antiaereo di Via del Prione) con il live dell’intero progetto benché la presenza simultanea sarà limitata a 50 persone per via questioni di agibilità. “Non c’è più degenza”, diretto da Niccolò Puppo e Francesco Terzago, mostra la provincia spezzina in modo inconsueto, escludendo le Cinque Terre, gli scorci marini, Porto Venere e la Palmaria.

Le cartoline patinate della provincia sono sostituite da visioni intimistiche e che si articolano nel nostro entroterra. Protagonista è l’abbandono e la natura pioniera, capace di riconquistare gli spazi che l’uomo non frequenta più né mantiene. Le zone marginali, come nell’opera tarkovskiana “Stalker”, evidenziano gli esiti mutevoli di questa riconquista da parte della vegetazione e degli animali.

I fiumi della Val di Vara, le strade che annegano nel buio della periferia, le aziende che hanno cessato ogni attività, i cantieri interrotti, i piazzali e i parcheggi circondati da cespugli e rovi, le fortezze ricoperte da rampicanti sono i luoghi che confinano e si mischiano al terzo paesaggio, ovvero il rifugio della diversità biologica che, giorno dopo giorno, rinnova il suo equilibrio, al di là dell’intervento umano che è del tutto assente.

Il testo di Alfonso Pierro è un susseguirsi di immagini che hanno la capacità di testimoniare, assieme alle note di Michele Mascis, lo spaesamento che l’esplorazione di queste aree fa sperimentare, un rinnovato fascino per la scoperta, un esercizio archeologico alla ricerca di una Atlantide che mai è esistita. “Volevamo un video che suggerisse queste sensazioni e che mantenesse intatta la poeticità, che costringesse a riflettere sul suo significato e che fornisse, per ogni persona, una differente esperienza di lettura, un atto di ribellione nei confronti del dominio della parola capace di rifuggire, rifugiandosi negli interstizi, nelle assenza, facili esplicitazioni. Un lavoro in cui celare i meccanismi di una narrazione e non metterli a nudo, ci siamo ispirati alla tecnica del cut-up” fa sapere Francesco Terzago dal quartiere generale dei Mitilanti.

“Inserisco il personaggio in scenari dai quali elimino ogni riferimento” dice Nicolò Puppo, e prosegue, “così da rendere l’individuazione dei luoghi, nella geografia, in una mappa, molto complessa. Il tentativo è di estrapolare ogni figura dal suo tempo e, così, evocare una sensazione introspettiva, quella che si ha perdendosi nella natura, senza riferimenti. Per quanto mi riguarda l’esperienza di ascolto di Casa Dentro è stata molto evocativa, musica e parole sono state capaci di suggerirci molte delle scelte che abbiamo operato”.

Il ringraziamento dei Mitilanti va inoltre a due altre associazioni operanti nel territorio, la ASD Polisportiva Montisola, che promuove gli spazi del forte di Montalbano, dove sono state girate alcune scene del video, e l’ASC Dalla Parte dei Forti, la cui finalità è far conoscere l’impressionante sistema di fortificazioni che circonda il Golfo dei Poeti e che raggiunge pure il centro della nostra città, come nel caso della galleria Quintino Sella, il cui accesso dà su Via del Prione, e nella quale, il 15 dicembre, i Mitilanti torneranno con la loro performance live. L’evento sarà reso possibile anche grazie all’aiuto dei volontari della ASC Dalla Parte dei Forti, realtà già distintasi, nel 2013, per aver organizzato nello stesso luogo un’importante mostra dedicata ai rifugi antiaerei presenti nel nostro territorio e che vide, per la sua inaugurazione, oltre 2.000 visite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

11/12/2018 - Non c'è più degenza


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News