Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Ottobre - ore 18.06

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Suicidi per la crisi economica, il film con lo spezzino Roberto Di Maio

Al Nuovo appuntamento con "Cronaca di una passione": fra cinema e incontro con la gente per parlare di vite pignorate. Fra gli interpreti anche l'attore spezzino.

Suicidi per la crisi economica, il film con lo spezzino Roberto Di Maio

La Spezia - La tragedia dei suicidi per crisi economica e vessazione fiscale e bancaria è il leit motiv del film di Fabrizio Cattani, "Cronaca di una passione", pellicola che per la prima volta affronta una triste tematica del nostro tempo. Giovedi 12 gennaio alle 21 il cinema Il Nuovo ospita la proiezione con incontro col regista e il dottor Carlo Bonella per SDL. Fra gli elementi che hanno costruito il successo di questo tour, infatti, l’incontro diretto con la gente che ha permesso e permette di parlare del film, naturalmente, ma anche di fornire gli elementi conoscitivi, di carattere tecnico-giuridici, economici e psicologici per approfondire questo dramma che rimane un fenomeno poco conosciuto, spesso ignorato, anche da un punto di vista scientifico, sebbene più grave e diffuso di quanto possa emergere ufficialmente. Ricordiamo che fra gli interpreti del film vi è lo spezzino Roberto Di Maio.

Cronaca di una passione è il coraggioso film di Fabrizio Cattani, interpretato da Vittorio Viviani e da Valeria Ciangottini, dedicato ad una delle maggiori tragedie italiane dei nostri tempi. Dopo Maternity Blues, Fabrizio Cattani torna con un film coraggioso: un lavoro struggente e doloroso, toccante e commovente dedicato ai tanti suicidi di coloro che non hanno retto alla crisi economica. Ispirandosi a fatti di cronaca realmente accaduti Cattani entra con estrema delicatezza e rispetto nel vivo di un dramma quanto mai attuale: in un Paese ferito in profondità dalla crisi economica, la tragedia di chi perde tutto strozzato non da volgari usurai ma da uno Stato sordo ed indifferente, che non ha più alcun moto di comprensione e oramai privo di ogni senso di umanità. Il programma, in continuo aggiornamento, è disponibile sul sito www.cronacadiunapassione.it.

Come nel suo precedente film, Cattani racconta senza pregiudizi, in maniera asciutta, essenziale e con rispetto per il dramma che sta raccontando, le conseguenze di folli atti giudiziari e mala burocrazia che portano gente “semplice” a gesti estremi suggerendo un possibile “concorso di colpa”. Con l’esigenza precisa di lasciare una traccia, un documento di questa epoca di sfacelo per la piccola e media impresa. Nella logica della testimonianza, portata e raccolta fra la gente, “Cronaca di una passione” e il suo regista compiranno un vero e proprio tour lungo lo Stivale che partirà dall’autunno per arrivare alla primavera, iniziando dal Nord Est, l’area con la più alta percentuale di suicidi legati alla crisi economica nel periodo 2012-2015 per poi proseguire nel resto del paese.

Il contesto reale. Tra il 2012 e il 2015 in Italia, 628 persone si sono tolte la vita per cause legate direttamente al deterioramento delle condizioni economiche personali o aziendali. Su un totale di 16,7 milioni di pensionati italiani, quasi 8 milioni percepiscono meno di mille euro mensili e oltre 2 milioni meno di 500 euro.Nello stesso periodo sono state chiuse piu` di 450.000 aziende di cui 57.000 per fallimento. Gli ultimi dati del rapporto Istat documentano un Paese con consumi calanti e famiglie impossibilitate a far fronte a costi di cure ed esami diagnostici, pagare le bollette e il riscaldamento, con poverta` e rischio di esclusione che riguardano un quarto della popolazione, ai livelli piu` alti d’Europa. Il rapporto segnala che in Europa oltre alla disoccupazione cresce la precarieta`, quella che sino a poco tempo fa era uso edulcorare chiamandola flessibilita`.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure