Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Gennaio - ore 10.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sir Duke e la “Shakespeare Suite” per il festival jazz

La preview della 51esima edizione si è svolta a Milano. C’è ancora Antonio Ciacca alla direzione artistica. “Puntiamo a un pubblico internazionale”:

Prime anticipazioni
Sir Duke e la “Shakespeare Suite” per il festival jazz

La Spezia - “Non vogliamo essere una rassegna ma un vero festival. Non cerchiamo gruppi che facciano quaranta date e la nostra sia una di queste. Gli appassionati si organizzano otto mesi prima per decidere quale opera andare a sentire e noi vogliamo intercettare anche questo tipo di ascoltatore”. Antonio Ciacca è il direttore artistico del Festival del jazz della Spezia per il secondo anno consecutivo e ha le idee ancora molto chiare. La dimensione internazionale è quella in cui si vuole muovere il più longevo appuntamento con il jazz che si svolge Italia e per farlo cerca di varare un programma ambizioso e ricercato.
L’occasione la offrono i 120 anni dalla nascita di Duke Ellington, per celebrare i quali Piazza Mentana potrebbe conoscere la “Shakespeare Suite”. Opera scritta per il festival di Stratford-on-Avon negli anni Sessanta e da allora riproposta in rarissime occasioni e mai in Italia. “Solo qualche frammento fu recitato da Vittorio Gassman quarant’anni fa - sottolinea Ciacca - ma mai in forma integrale. Per portarla alla Spezia abbiamo contattato Mercedes Ellington, nipote di Duke e grande coreografa in attività, Stiamo cercando di coinvolgere un importante attore italiano che non ha ancora sciolto le riserve”.

Solo per questo appuntamento sono pronti a partire dalla Svezia, dove c’è una grande comunità di cultori di Duke Ellington da quando diresse i Concerti Sacri nel paese scandinavo. E’ da lì che arriva Ciacca, reduce da una serie di concerti. “Gli altri appuntamenti sono legati agli ottant’anni del Blue Note, fondato dagli immigrati tedeschi in America e al centenario di Nat King Cole per cui stiamo cercando di portare alla Spezia Freddy Cole che è il fratello, molto attivo a dispetto dei suoi ottant’anni di età”. A proposito, la suite composta per il festival spezzino del 2018, dedicata a Martin Luther King, è già stata riproposta a New York e presto sbarcherà a Michigan State.
Si sceglie Milano per questa preview del 51esimo festival del jazz - si svolge alla Taverna Visconti di Milano, a pochi passi dal conservatorio - dove Ciacca ha tenuto un workshop. ”Sono contento che siamo partiti già ora in inverno rispetto ad aprile, quando iniziammo a pensare alla scorsa edizione. Io vorrei che in futuro potessimo partire già in autunno come fanno tutti i grandi festival mondiali”, dice il maestro.

“Ci scontriamo con la burocrazia: noi, a differenza di Umbria Jazz non abbiamo un’associazione alle spalle - spiega Paolo Asti, assessore alla cultura che ha stretto il legame con Ciacca - Sarà un grande festival, quest’anno ci saranno alcuni momenti di spezzinità, o meglio la cultura musicale passerà attraverso la cultura locale. La città si promuove attraverso tanti eventi, questi in particolare non ho timore di dire che resteranno nella storia della musica”.
Ci saranno come sempre gli workshop e il Tiberio NIcola Award per i giovani musicisti. Il vincitore dell’anno scorso è il sassofonista Rocco Traetino. “A ottobre abbiamo suonato agli Italian Jazz Days a New York, è stato un confronto con il luogo da dove parte tutto il nostro movimento. Una città dove ci sono concerti dalle 17 alle 4 di notte e ti spinge a dare il meglio di te stesso. Passare dalla Spezia mi ha creato una serie di collegamenti che mi stanno portando lontano”. Si rinnova infine la partnership con il Lunezia e Aulla. Ufficiali le date: dal 22 al 27 luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










A un eventuale referendum sulla Tav Torino-Lione votereste...































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News