Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Agosto - ore 23.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sesta Godano ricorda Umberto Eco con "Boschi narrativi"

Sesta Godano ricorda Umberto Eco con `Boschi narrativi`

La Spezia - Il 19 febbraio del 2016 il mondo della cultura piangeva la scomparsa di Umberto Eco, un pilastro della letteratura contemporanea, della semiotica, strenue difensore nel mondo dell'immagine della parola e del suo simbolismo nel contesto della buona pratica della lettura, come strumento per la consapevolezza del cittadino e lo sviluppo del pensiero critico.

Fra i numerosi saggi, romanzi e scritti, ricordiamo in particolare Sei passeggiate nei boschi narrativi, una serie di lezioni sulla composizione del testo narrativo, in cui il bosco diviene metafora del testo, all'interno del quale il lettore può addentrarsi e perdersi nel piacere di un'avventura nuova, nel piacere di leggere.

"Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c'era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l'infinito. Perché la lettura è un'immortalità all'indietro".

Volendo celebrare la grandezza di Eco, il Comune di Sesta Godano lo ricorda con la rassegna letteraria estiva Viaggio nei "Boschi narrativi", occasione anche per celebrare il territorio della Val di Vara, che con i suoi borghi arroccati e le sue foreste ben rappresenta quel bosco della narrazione, archetipo della coscienza collettiva, in cui l'umanità può ancora oggi riconoscersi e ritrovare se stessa.

Nel periodo in cui si svolge la rassegna avrà luogo la cerimonia di premiazione del premio letterario Percorsi Letterari... "Dal golfo dei poeti Byron e Shelley alla Val di Vara", organizzato dall'associazione Naturabio e giunto alla sua quarta edizione.

Il calendario degli eventi della rassegna Viaggio nei "Boschi narrativi" si compone di sei appuntamenti "+1" con l'autore in cui saranno presentate sei opere letterarie, spaziando dal genere poetico alla letteratura di inchiesta, fino al romanzo. Gli incontri si svolgeranno in piazza Marconi, a Sesta Godano, ai piedi del Monte Gottero, la cui origine toponomastica alcuni vorrebbero ricollegare al dio Wotan, il germanico Odino, che guidò gli uomini e gli dei contro le forze del caos e la cui sapienza è magia e poesia al tempo stesso.

Gli eventi tratteranno di narrativa e non solo. Si parte con l'autrice genovese Paola Sansone e il suo Rimescolando, una raccolta di rime scanzonate presentate con il tono giocoso e ironico che caratterizza lo stile dell'autrice (4 luglio, ore 21:15, piazza Marconi, Sesta Godano).

Il secondo appuntamento assume i toni più drammatici della letteratura di inchiesta con la ricerca di Sondra Coggio Chiamatela Amelia: bastardelli spezzini fra '800/'900, un libro che denuncia, a partire da una capillare ricerca d'archivio, il dramma e la storia di figli abbandonati (13 luglio, ore 21.15, piazza Marconi, Sesta Godano).

Si prosegue con Beppe Mecconi e il suo romanzo storico Trabastia, cent'anni di vicende di una famiglia San Terenzina, nel contesto di una provincia molto diversa e quasi irriconoscibile agli occhi dell'uomo di oggi per i paesaggi e i diversi rapporti fra le persone. In dialogo con l'autore partecipa alla presentazione Sergio Noberini, cittadino Sesta Godanese e direttore del Museo Luzzati di Genova (17 luglio, ore21:15, piazza Marconi, Sesta Godano).

Il 20 di luglio aprirà la mostra fotografica Sao Tomé e Principe - diario do centro do mundo di Giorgio Pagano, nei locali della Scuola Secondaria di Primo Grado "Piero Borrotzu" (piazza Marconi, Sesta Godano). Alle ore 21:15 sarà presentato il libro omonimo che racconta, in forma di diario, le due isole, la loro cultura e la loro tradizione, all'indomani del colonialismo, in un contesto di globalizzazione e migrazioni, affrontando la criticità relativa alla necessaria ricerca di uno sviluppo sostenibile che possa vincere la povertà nel contesto africano, preservando i caratteri dell'identità locale.

Nuovo appuntamento, il 1 agosto, con un testo molto particolare, che ha destato l'attenzione dei lettori svettando nelle classifiche di vendita proprio per la tematica trattata, ci riferiamo a Maggy Bettolla e ai suoi Luoghi Abbandonati, guida del territorio giunta alla sua seconda edizione.

Il sesto appuntamento (18 agosto, ore 21:15, piazza Marconi, Sesta Godano) si pregia della partecipazione di Adele Desideri, nota autrice milanese - ma sestagodanese di adozione - poetessa, saggista, scrittrice, che presenterà il suo romanzo Figlia della Memoria. Si tratta di un battesimo narrativo, quello di Adele, già autrice di diversi libri di poesia, fra cui ricordiamo il celebre Stelle a Merzò, nel quale si immagina in versi "lirico/elegiaci", i frammenti di una storia d'amore, di una passione, di un dramma - in cui ognuno di noi può provare a riconoscersi - consumato sotto i cieli stellati della Val di Vara, a Merzò (piccola frazione di Sesta Godano ai piedi di Godano). Figlia della Memoria racconta narra, in prosa poetica, la vita di Andreina, una ragazza timida, sensibile, un po' strana. Una figlia che vive il peso su di sé il peso di un rifiuto. La narrazione in prima persona segue Andreina attraverso il proprio percorso di crescita interiore, dall'età dell'innocenza a quella adulta. Al termine della presentazione Roberta Peveri farà un intervento sull'Agape.

Si chiude la rassegna con il settimo evento, ovvero il sesto + 1, con l'intervento di Donatella Alfonso, giornalista - scrive per La Repubblica -, scrittrice, che presenta il suo saggio sul situazionismo Un'imprevedibile situazione - Arte vino e ribellione: nasce il situazionismo. Il testo, dal titolo quanto mai calzante, racconta in soluzione narrativa la conferenza di Cosio d'Arroscia, che sessant'anni fa portò alla nascita del movimento di Guy Debord. L'occasione è di richiamo al "non-convegno situazionista", organizzato dal movimento Guevarista por la Revolucìon, Tracce, Massari Editore, Vento Largo, Utopia Rossa, con il patrocinio del Comune di Sesta Godano, tenutosi proprio a Sesta Godano due anni fa, in ricordo della scomparsa di Guy Debord. L'evento si terrà il giorno 31 agosto alle ore 21:15, in piazza Marconi, Sesta Godano, La Spezia.

Per ogni evento sarà donato all'autore un riconoscimento relativo alla rassegna, ovvero una targa dedicata realizzata da Barbara Nobile e Elven Miano, cittadini di Sesta Godano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure